Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Torrebruna

Raso al suolo un bosco di quattro ettari: oltre a denunce, scattano sanzioni amministrative per mezzo milione

L'operazione era scattata lo scorso maggio a Torrebruna, in località Bosco Pescara, dove erano stato accertato il taglio di latifoglie e conifere in assenza delle necessarie autorizzazioni

Mezzo milione di sanzioni amministrative per taglio di alberi senza autorizzazione. È l'esito di un'articolata attività di indagine compiuta dai militari del Nipaaf (Nucleo investigativo di polizia ambientale agroalimentare e forestale), delle stazioni carabinieri forestale di Atessa e Villa Santa Maria, avviata lo scorso maggio a Torrebruna, in località Bosco Pescara. 

In quell'occasione, il responsabile del cantiere e il proprietario dei terreni erano stati denunciati per aver eseguito un taglio a raso di quattro ettari di bosco di alto fusto di latifoglie e conifere, in assenza delle necessarie autorizzazioni. Ora, ai responsabili sono stati notificate diverse sanzioni amministrative per violazioni alla legge regionale, per un importo complessivo di 468.498,47 euro.

Oltre alle sanzioni previste per il taglio abusivo di piante, i militari hanno proceduto alla quantificazione del cosiddetto “danno forestale” ai sensi dell’articolo 65 della legge forestale regionale.

Il testo normativo definisce danno forestale

qualsiasi forma accertabile e misurabile di alterazione della consistenza e della densità del bosco in conseguenza di violazioni di norme, prescrizioni o provvedimenti amministrativi

La relativa quantificazione è stata fatta individuando aree di saggio in bosco a cui sono stati applicati importi parametrati normativamente previsti, riferiti al valore di mercato delle specie oggetto di illecito taglio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raso al suolo un bosco di quattro ettari: oltre a denunce, scattano sanzioni amministrative per mezzo milione

ChietiToday è in caricamento