rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Chieti Scalo / Via Fratelli Pomilio

Oggetti osceni nel sottopasso di Madonna delle Piane, Villablocc denuncia il degrado

Eppure, nel 2012 un ordine del giorno promosso dalla maggioranza approvò il sistema di videosorveglianza tanto invocato dai residenti

Non bastavano i cattivi odori, i topi, i bivacchi non autorizzati, l’abbandono dei rifiuti indiscriminato e il ritrovamento di siringhe. Ora il sottopasso ferroviario a ridosso della nuova stazione di Madonna delle Piane si è trasformato persino in un luogo a luci rosse. 

La denuncia arriva dal Comitato cittadino Villablocc per la tutela della salute e della vita, che ha scattato le fotografie che testimoniano il ritrovamento di “oggetti pornografici e osceni”, abbandonati lungo le scale che conducono ai binari e trovati nel tardo pomeriggio di ieri (martedì 22 agosto) da un residente del quartier. 

“Preservativi nuovi e usati, vagina morbida e vibratore per l’autoerotismo sono al centro di un caso che supera ogni limite di sopportazione e di pubblica decenza”, lamenta il comitato.

“Scandalizzati - proseguono gli esponenti del comitato - i cittadini vedono rinnovata una piaga aperta dovuta dallo stato di abbandono, di mancanza di controllo, sicurezza e sorveglianza del sottopasso pedonale, di cui usufruiscono bambini, anziani, studenti universitari e i parrocchiani della chiesa di Madonna delle Piane”. 

Il ritrovamento, unito alla situazione di degrado che perdura da tempo, viene considerato un “affronto” dai residenti del quartiere, che sin dall’inaugurazione del sottopasso, a marzo dell’anno scorso, e anche quando fu aperta la stazione, a giugno, chiesero un sistema di videosorveglianza.

Le telecamere, però, non sono arrivate, sebbene nel 2012, oltre cinque anni fa, il consiglio comunale della passata legislatura approvò un ordine del giorno, promosso dalla maggioranza, che prevedeva anche l’attivazione di un sistema di videosorveglianza.

“Quale sarà il prossimo uso di questo sottopasso?”, si chiede il comitato Villablocc. “I residenti dopo quest’ultima vicenda - conclude - si aspettano di tutto e il timore più grande è che il cavalcavia possa attirare l’interesse di personaggi equivoci o ancor più pericolosi malintenzionati”.

Degrado nel sottopasso della stazione di Madonna delle Piane (23 agosto 2017)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oggetti osceni nel sottopasso di Madonna delle Piane, Villablocc denuncia il degrado

ChietiToday è in caricamento