menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"De Generatione", a primavera un nuovo film girato a Chieti

E' l'opera prima di un giovane regista teatino, Francesco Iezzi, classe 1986: "Chieti - dice - si presenta come un luogo ricco di potenzialità, ma da sempre poco valorizzato in ambito cinematografico”

Sarà girato a primavera a Chieti “De Generatione” del giovane regista e sceneggiatore teatino Francesco Iezzi, promosso dalla società di produzione e distribuzione P.F.A. films di Roma.  Il film ha ottenuto il patrocinio della provincia di Chieti e si avvarrà della collaborazione di un cast tecnico e artistico in gran parte abruzzese. A livello locale è promosso dall’associazione giovanile GA (Giovani delle Acli) Chieti che ha già ospitato, nella propria sede in piazza Malta, il primo casting del progetto cinematografico.  

Il film è uno spaccato di vita degli adolescenti nella Chieti di oggi, intesa come microcosmo che sintetizza le dinamiche della provincia italiana con i giovani che si trovano ad affrontare le conseguenze di una crisi economica (e di valori) che inevitabilmente condiziona le loro esistenze. 

“L’idea di questo film – spiega il regista -  nasce dalla volontà di raccontare la città dove sono nato e cresciuto, Chieti appunto, che si presenta come un luogo ricco di potenzialità, ma da sempre poco valorizzato in ambito cinematografico”.
 
I protagonisti sono giovani provenienti da estrazioni sociali differenti che condividono conoscenze e luoghi come la scuola e i locali.  “Diverse storie di ordinaria complessità, dunque, destinate inevitabilmente ad incrociarsi tra le strade e i palazzoni della zona industriale e i banchi di scuola del centro storico” prosegue Iezzi che con il suo racconto si propone di indagare il rapporto tra l’adolescenza e la vita di provincia girando con pochi mezzi e con attori presi dalla strada. Necessità che oggi si ripresenta, non solo dal punto di vista puramente economico-produttivo, ma anche da quello artistico, con l’esigenza di voler raccontare le vite vere, ritratte nei loro reali contesti, nell’affrontare una quotidianità sempre più complessa. Il film vuole essere un prodotto nuovo nel panorama cinematografico italiano, perché al di fuori degli schemi e delle consuetudini che rendono il nostro cinema, sovente, uguale a se stesso.

IL REGISTA  Francesco Iezzi è nato  a Chieti nel 1986, è dottorando in Storia del Cinema presso “Sapienza” Università di Roma, ed è stato docente a contratto nella stessa università. Si occupa prevalentemente di cinema e arti visive. Ha lavorato come redattore in diversi periodici e quotidiani (“L’Unità”) e come critico cinematografico per “Empire Italia”. Ha pubblicato diversi saggi sul cinema e le arti visive e il libro Cine U.s.a e Canada (Lithos Editore, 2013). Lavora, inoltre, come videoartista nel collettivo “Vjit” con il quale collabora con l’etichetta tedesca “Raster-Noton”. E’ autore e regista di diversi spot commerciali e videoclip.

de generatione-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento