rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Tangenti cultura: De Fanis resta ai domiciliari, libera l'ex segretaria

Lo ha deciso il gip del Tribunale di Pescara. L'ex assessore regionale è ai domiciliari dal 12 novembre

L'ex assessore regionale alla Cultura Luigi De Fanis resta ai domiciliari. Lo ha deciso il gip del Tribunale di Pescara, Mariacarla Sacco, che ha respinto l'istanza di revoca o sostituzione della misura cautelare avanzata dai suoi legali, i quali hanno già preannunciato che presenteranno ricorso al Tribunale del Riesame. Per il gip, l'ex assessore non puo' essere scarcerato in quanto permangono le esigenze cautelari. De Fanis era stato posto ai domiciliari il 12 novembre scorso.

Torna invece in libertà Lucia Zingariello, la ex segretaria di De Fanis, anche lei coinvolta nell'operazione ''Il Vate'' relativa all'erogazione di contributi regionali per l'organizzazione di eventi culturali. Lo ha deciso sempre il gip Sacco accogliendo l'istanza presentata dal difensore Umberto Del Re. Il pm Giuseppe Bellelli aveva espresso parere contrario. Dopo essere stata posta ai domiciliari il 12 novembre Zingariello aveva ottenuto dieci giorni più tardi l'obbligo di dimora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti cultura: De Fanis resta ai domiciliari, libera l'ex segretaria

ChietiToday è in caricamento