menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Canone Rai, a Chieti si evade di più

Secondo i dati relativi al 2014, raccolti dalla società di comunicazione Twig, nel Comune di Chieti il 41.87% ha evaso l'imposta sulla televisione pubblica. In provincia i più virtuosi a Torino di Sangro e Lanciano

Quasi un terzo degli italiani evade il canone, l'imposta che va a finanziare la televisione pubblica. A rivelarlo sono i dati pubblicati nei giorni scorsi su Lettera43.it ed elaborati dalla società di comunicazione Twig, che ha preso in mano il report sull'evasione allegato all'ultimo bilancio della tivù pubblica e ne ha ricavato una mappa interattiva. Ne risulta che al 31 dicembre 2014 era inadempiente il 30,4% delle famiglie italiane.

L'evasione si concentra soprattutto nelle valli di montagna, come in alcuni comuni dell’Aquilano in Abruzzo. Per Twig questo dato è senz’altro riconducibile alla presenza di seconde case e, probabilmente, anche alle mancanze nella riscossione da parte della Rai.

Secondo la mappa interattiva di Twig, con il 41.87% di 'evasori', in Abruzzo è Chieti il capoluogo di provincia in cui si tende a pagare meno il canone. In provincia il dato arriva a 43% nel comune montano di Pizzoferrato e al 37% a Pennapiedimonte e Fallo. Nella media nazionale Vacri (30%) e San Giovanni Teatino (29%), va meglio a Vasto (25%). I più virtuosi risiedono a Lanciano, dove l’evasione è al 18%, Tornareccio (17%), Roccaspinalveti (15%) e Torino di Sangro (14%).

Per quanto riguarda gli altri capoluoghi abruzzesi, dopo Chieti c’è L’Aquila dove la tassa sull'etere non viene pagata dal 30% dei cittadini, Teramo (29%) e Pescara (26%).

In Italia invece, le province con più evasione sono Crotone (56%), Napoli (55%) e Catania (53%). Ma allo stesso tempo gli esempi virtuosi risiedono sono al Sud: con l’88% di cittadini in regola, Matera è la ‘capitale del canone’. 

Intanto arrivano le novità: l’ultima bozza della Legge di Stabilità prevede il pagamento del canone RAI direttamente nella prima bolletta dell'energia elettrica del 2016 con un importo, da pagare solo per la prima casa, di 100 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento