Cronaca

Daspo (Willy) per due giovani coinvolti in una rissa: avevano "ingiuriato" gli agenti di polizia

I due ragazzi erano stati arrestati a seguito di una rissa a Vasto. Vietato, per un anno,  l'accesso all'interno degli esercizi commerciali

Lo scorso 29 maggio erano stati arrestati, a Vasto, per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. Si erano resi protagonisti, nei pressi della vecchia stazione ferroviaria, di una maxi rissa a cui presero parte una quarantina di giovani, tra i quali uno armato. All'arrivo della polizia il gruppo si disperse ma uno dei giovani partecipanti alla zuffa fu fermato vicino a Viale Dalmazia. Il ragazzo rifiutò di fornire le generalità, "ingiuriando i poliziotti e opponendosi all'accompagnamento in commissariato".

Anche un secondo giovane, bloccato, aveva reagito "spintonando uno degli agenti e portandogli le mani al volto" fino a strappargli la mascherina. Per entrambi era scattato l'arresto.

A seguito di controlli è stato poi accertato, che tutt'e due "erano stati più volte fermati e identificati in compagnia di altre persone pregiudicate". Per questo ora il questore di Chieti, Annino Gargano, "considerata la pericolosità sociale dei due giovani e la accertata necessità di prevenire altri gravi pericoli che minacciano l'incolumità dei cittadini" ha emesso, nei loro confronti, il provvedimento di Daspo Willy. Ad entrambi è stato vietato, per un anno,  l'accesso "all'interno degli esercizi commerciali di viale Dalmazia dove si è consumata la violenza e, più in generale, in tutti i pubblici esercizi e locali di pubblico trattenimento di Vasto Marina". Vietato, per loro, anche "stazionare nelle immediate vicinanze dei pubblici esercizi" della riviera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daspo (Willy) per due giovani coinvolti in una rissa: avevano "ingiuriato" gli agenti di polizia

ChietiToday è in caricamento