Cronaca

Distrutto il sentiero con le opere d'arte nel parco nazionale d'Abruzzo e Molise [Foto]

Sono state distrutte e imbrattate le opere di Arte Parco, con scritte offensive al direttore del parco. Solidarietà dal parco della Maiella

Il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ieri si è svegliato con l'amaro in bocca dopo il danneggiamento di Arte Parco, una preziosa collezione di opere d’arte allestita con Parco 123 con realizzazioni legate alla natura.

La scoperta, come hanno riferito dal Pnalm, è stata fatta ieri mattina da un guardiaparco il quale ha rilevato che “Animale Vegetale”, il Cuore, l’opera di Marcantonio del 2018, era stata quasi completamente distrutta, mentre l’opera “Un giorno è stato”, la Mano, di Alessandro Pavone del 2020, è stata imbrattata con scritte di vernice rossa, alcune delle quali offensive del direttore del parco Luciano Sammarone.

Uno sfregio dal chiaro intento intimidatorio.

Solidarietà è arrivata subito dai colleghi del parco nazionale della Maiella:

“Siamo vicini al Parco, al suo direttore Luciano Sammarone, al presidente Giovanni Cannata e al personale tutto ribadendo la nostra stima e fiducia, incitandoli a proseguire nella loro opera, ormai centenaria, di tutela di uno degli angoli di natura più preziosi del mondo. Con voi c’è tutto il sistema dei Parchi Italiani e soprattutto i tanti cittadini che condividono la positiva presenza del Parco”

scrivono Lucio Zazzara e Luciano Di Martino, rispettivamente presidente e direttore del parco Maiella.


Il parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ora sporgerà denuncia contro ignoti.  


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distrutto il sentiero con le opere d'arte nel parco nazionale d'Abruzzo e Molise [Foto]

ChietiToday è in caricamento