Cronaca San Salvo

Danni della grandine, San Salvo chiede lo stato di calamità

La richiesta della giunta comunale alla Regione Abruzzo dopo i danni all'agricoltura causati dal maltempo domenica scorsa

La giunta di San Salvo ha deliberato di chiedere alla Regione Abruzzo la dichiarazione e il riconoscimento dello stato di calamità naturale, in seguito ai gravi danni causati all'agricoltura dal violento temporale che domenica 19 giugno si è abbattuto su tutto il territorio comunale.

Il sindaco Tiziana Magnacca ha dunque risposto all’appello degli agricoltori della Cooperativa Euro-ortofrutticola, che hanno subito i maggiori danni, in particolare gli alberi di pesche, albicocche e ulivi. "Abbiamo subito attivato le procedure previste dalle normative vigenti per sostenere gli agricoltori colpiti dal devastante maltempo, con danni per milioni di euro alla nostra agricoltura" dichiara Magnacca, augurandosi "di trovare immediata adesione da parte della Regione Abruzzo, sia attraverso un impegno del presidente D'Alfonso sia dell'assessorato alla Politiche agricole".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni della grandine, San Salvo chiede lo stato di calamità

ChietiToday è in caricamento