Cronaca Cupello

Danni maltempo: anche Cupello chiede lo stato di calamità naturale

Anche a Cupello pesanti sono state le conseguenze del brusco temporale del 14 ottobre: alcune strade sono state danneggiate e cancellate dal fango

Dopo Lentella anche Cupello chiede lo stato di calamità naturale. Le precipitazioni tra il 13 e il 14 ottobre scorsi hanno creato diversi danni al territorio.

Decine di chilometri di strade rurali sono state completamente danneggiate o addirittura cancellate e ricoperte di fango, numerosi sono stati gli smottamenti e le frane, che hanno reso impossibile l'accesso ai campi agli agricoltori locali.

In particolare la frazione di Montalfano - spiega il sindaco di Cupello Angelo Pollutri -è stata completamente invasa dal fango in diverse aree, creando non pochi disagi di mobilità il giorno seguente il maltempo, che sono stati tamponati con interventi di sgombero sulle arterie stradali principali, ma soltanto ora si contano i danni e non bastano semplici manutenzioni, bensì sono necessari interventi strutturali e onerosi".

Per tutte queste ragioni l'amministrazione comunale si è attivata per chiedere il riconoscimento dello stato di calamità naturale alla Prefettura di Chieti e alla Regione Abruzzo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni maltempo: anche Cupello chiede lo stato di calamità naturale

ChietiToday è in caricamento