Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Rocca San Giovanni

Il Cristo degli Abissi torna in mare a Vallevò dopo il furto

Scortata da guardia costiera e carabinieri, l'opera è arrivata ieri mattina a Rocca San Giovanni. Era stata trovata da un sub all'inizio di luglio nelle acque di San Vito

E' tornata in mare a Vallevò dopo circa tre settimane dal ritrovamento il Cristo degli Abissi, l'opera in bronzo dello scultore Vito Pancella rubata lo scorso 4 giugno scorso.

Il ritrovamento circa un mese dopo nelle acque del porto di San Vito Chietino da un sub durante l'immersione.

Ieri la statua, 73 centimetri per 15 chili di peso, è stata nuovamente collocata a 6 metri di profondità davanti al porticciolo di Vallevò a Rocca San Giovanni dove era si trovava dal 7 agosto 1994. Grande festa e dommozione ieri a Rocca San Giovanni dove ieri mattina a bordo di una motovedetta della guardia costiera di Ortona scortata da motovedette dei carabinieri e dei sommozzatori dell'arma di Pescara, insieme a 10 imbarcazioni della marineria di Vallevò, l'opera è giunta nel porticciolo.

Una nuova benedizione alla statua è stata impartita da don Vittorio Lusi, prete sub e assistente spirituale dei sub dell'Orsa Minore di Lanciano, associazione che ha sempre curato la manutenzione dell'opera.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cristo degli Abissi torna in mare a Vallevò dopo il furto

ChietiToday è in caricamento