menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cristian Ciampoli e Gabriele Muccino

Cristian Ciampoli e Gabriele Muccino

"L'estate addosso": c'è anche il teatino Ciampoli nella colonna sonora del film di Muccino

Suoi quattro pezzi inseriti nella musica di repertorio dell'ultimo film del regista romano che al festival del cinema di Venezia ha conquistato il premio della critica soundtrack Stars 2016

In tanti lo conoscono per aver scritto la colonna sonora del film sul primo anno di pontificato di papa Francesco, o per aver composto quella sul documentario che racconta la canonizzazione di papa Giovanni Paolo II e papa Giovanni XXIII. Ma i traguardi di Cristian Ciampoli, compositore teatino, si sono arricchiti con la partecipazione alla colonna sonora dell’ultimo film di Gabriele Muccino, L’estate addosso, premiato di recente al festival del cinema di Venezia con il premio della critica soundtrack Stars 2016. 

Sebbene siano firmate da Jovanotti gran parte delle canzoni che fanno da colonna sonora della pellicola, a cominciare da quella che dà il titolo al film, tormentone dell’estate 2015, Ciampoli ha firmato quattro canzoni inserite nella musica di repertorio. Le ha scritte, arrangiate e prodotte, si è affidato alla voce della moglie Chiara per cantarle e per il mastering a Tom Coiyne, ingegnere del suono di New York, che si occupa di voci del calibro di Adele, Beyoncé, Avril Lavigne. 

Mercoledì sera (14 settembre), il compositore di Chieti ha partecipato alla prima del film, a Roma, godendosi l’ennesima soddisfazione. Ma come è nata la collaborazione con Gabriele Muccino? “Ci conosciamo da tempo - racconta - e c’è sempre stata stima reciproca. Quando ho saputo del suo nuovo film, la trama mi è piaciuta tantissimo, così gli ho mandato un pezzo. Lui ne è rimasto entusiasta, si trovava in America, ma mi ha subito detto che gli era piaciuto e che mi avrebbe fatto sapere se gli fosse servito. Alla fine l'ha inserito nella scena in cui uno dei quattro protagonisti lavora in un pub”. Quella canzone si chiama On the road, ed è nata frettolosamente, mentre Ciampoli era alla guida e, per non scordarsi la melodia creata, canticchiava al registratore dello smartphone. Ancora più originale la genesi di To be free, di cui è stato pubblicato il video, girato sulla spiaggia fra Ortona e Francavilla al Mare: “L’ho sognata - spiega il compositore - e quando mi sono svegliato l’ho scritta. Una dormita fruttuosa, considerato che quei ritmi blues fanno da sottofondo ad una scena cruciale nella trama del film, un momento malinconico di uno dei protagonisti. Dopo sono arrivate anche Imagine your life, pezzo dance che si può ascoltare nella scena di una festa, e Why not, che invece fa da sottofondo ad un litigio. Le prime due canzoni si possono acquistare online, mentre entro fine mese uscirà l’ep con i quattro brani. 

Per Ciampoli, lavorare con un regista del calibro di Muccino è stata una grande occasione: “Lui è una persona incredibile, che mette tutti a proprio agio e non fa sentire il peso della persona che è. Sul lavoro pretende moltissimo, ma è meritocratico”. 

Al momento, nell’immediato futuro, ci sono i lavori per un paio di film, il provino “per un grosso sceneggiatore-regista”, il lavoro da produttore artistico di cantanti emergenti e l’obiettivo di un piccolo tour con la sua band, i South Louisiana, per portare anche a Chieti, sul palcoscenico, le canzoni di L’estate addosso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento