Cronaca

Crisi idrica a Vasto: "Servono almeno 25 milioni di euro"

Il presidente della regione Marco Marsilio e il vicepresidente con delega al sistema idrico Emanuele Imprudente incontrano i sindaci

Ci vogliono almeno 25 milioni di euro "per poter realizzare le opere necessarie a mettere in sicurezza ed evitare l'emergenza". Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, chiede l'impegno del Governo e del Ministero competente per risolvere la crisi idrica che interessa i Comuni del vastese.

Ieri pomeriggio si è svolto in Regione Abruzzo un tavolo tecnico tra sindaci, consiglieri regionali del territorio, parlamentari abruzzesi e tecnici di Ersi e Sasi (gestore delle reti idriche del vastese) a cui hanno partecipato Marsilio e il vicepresidente con delega al sistema idrico Emanuele Imprudente.

"È un'emergenza grave che perdura da troppo tempo - ha detto il presidente della Regione -. La rottura della tubatura avvenuta recentemente ha causato uno stato emergenziale per i Comuni della zona, purtroppo ogni estate si acuisce la crisi idrica. Non sarà facile risolvere il problema in poco tempo: sono decenni che non si fanno attività di manutenzione ai nostri acquedotti. E quindi si è accumulato un deficit infrastrutturale che meriterebbero interventi economici importanti. Ne servono nell'immediato, secondo la ricognizione fatta dalla Sasi, non meno di 25 milioni di euro per poter realizzare le opere necessarie a mettere in sicurezza ed evitare l'emergenza. Ci vuole l'impegno del Governo e del ministero competente, e pertanto - ha concluso Marsilio - abbiamo coinvolto i parlamentari abruzzesi per sostenere la risoluzione del problema".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi idrica a Vasto: "Servono almeno 25 milioni di euro"

ChietiToday è in caricamento