Test anti-Covid abusivi e mancate comunicazioni di positività: nei guai alcuni laboratori analisi

I carabinieri del Nas hanno rilevato l’attivazione abusiva di un punto prelievi per tamponi molecolari e rapidi e la mancata comunicazione dei risultati alla Asl

immagine di archivio

 Controlli da parte dei carabinieri del Nas di Pescara sulla regolarità delle attività di prelievo ed analisi diagnostica per la ricerca del Covid-19.

Segnalati due laboratori nel chietino e uno nell’aquilano. I militari hanno rilevato l’attivazione abusiva, da parte di un laboratorio analisi, di un punto prelievi per tamponi molecolari e rapidi e  la mancata comunicazione dei risultati alla Asl per gli altri due.

Nel dettaglio, i carabinieri hanno segnalato all’autorità sanitaria la legale responsabile di un laboratorio di analisi per aver abusivamente attivato un punto prelievi per tamponi molecolari e rapidi in una tensostruttura allestita in area esterna, non prevista nella planimetria autorizzata. È stata appurata inoltre l’inosservanza ai protocolli “anti-covid” circa la comunicazione giornaliera alla Asl del numero dei tamponi eseguiti e di quelli risultati positivi, nonché l’adozione delle previste procedure di smaltimento dei tamponi.

Non sono stati forniti altri dettagli sui nomi e le località citate.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento