Cronaca

Covid-19, i carabinieri del Nas in un poliambulatorio del Chietino: eseguivano i tamponi senza alcuna tracciatura

I carabinieri del Nas di Pescara hanno deferito in stato di libertà, alla competente autorità giudiziaria, la legale responsabile ed il direttore sanitario di un centro diagnostico ubicato nella provincia di Chieti

Eseguivano tamponi per Covid-19 omettendo l’obbligatoria alimentazione dell’applicativo di tracciatura tamponi della Regione Abruzzo (Attra). I carabinieri del Nas di Pescara hanno deferito in stato di libertà, alla competente autorità giudiziaria, la legale responsabile ed il direttore sanitario di un centro diagnostico ubicato nella provincia di Chieti.

Gli accertamenti svolti dai militari hanno consentito di appurare che i responsabili del centro diagnostico non osservavano, nello svolgimento delle rispettive competenze, il provvedimento emesso dalla Regione Abruzzo con il quale è stato imposto l’obbligo, per tutti i  laboratori di analisi, di inserire, nell’apposito applicativo on-line, i dati riferiti all’effettuazione dei tamponi per Covid-19, al fine di consentire la tracciatura della malattia infettiva.

L’omissione ha riguardato oltre 500 tamponi antigenici e test sierologici per la ricerca del Sars-Cov2 eseguiti nella struttura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, i carabinieri del Nas in un poliambulatorio del Chietino: eseguivano i tamponi senza alcuna tracciatura

ChietiToday è in caricamento