rotate-mobile
Cronaca Vasto

Cotir Vasto, sbloccati i fondi, lavoratori al consiglio regionale

Dopo la protesta sul tetto il presidente della Regione ha firmato il documento che sblocca i fondi in favore dei Centri di ricerca per un importo totale di 660 mila euro

Alta tensione ieri al Cotir di Vasto dove alcuni dipendenti sono saliti sul tetto della sede in località Zimarino minacciando di buttarsi giù dopo 16 mesi senza stipendio.

Sul tetto è salito anche il sindaco Luciano Lapenna per manifestare la sua vicinanza ai lavoratori e per ricordare che dopo il Consiglio comunale apposito sono stati trasmessi gli atti alla Regione.

La protesta di ieri sembra aver sortito un primo risultato: il presidente della Regione Gianni Chiodi poco dopo ha firmato il documento che sblocca i fondi in favore dei Centri di ricerca per un importo totale di 660.000 euro. L’assessore regionale Mauro Febbo ha poi assicurato che oggi il mandato di pagamento sarà in banca e si potrà così procedere al pagamento degli stipendi dei dipendenti del Cotir. 

Precisano i manifestanti: “Non si tratterebbero di 660mila euro, bensì di 600mila che andranno così ripartiti: 330mila euro al Cotir di Vasto, 252mila al Crab di Avezzano e i restanti 18mila al Crivea di Miglianico”.

Questa mattina una delegazione di lavoratori del Cotir parteciperà all'ultimo Consiglio regionale della legislatura Chiodi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cotir Vasto, sbloccati i fondi, lavoratori al consiglio regionale

ChietiToday è in caricamento