rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca Vasto

Costrinse studente ad accompagnarlo in auto a cercare la droga: vastese condannato a 2 anni e 10 mesi di reclusione

I fatti risalgono al giugno 2022: il capo d'imputazione di sequestro di persona è stato riformulato in quello meno grave di violenza privata. Il 38enne dovrà anche risarcire il danno

È stato condannato a due anni e 10 mesi di reclusione un 38enne di Vasto che, nel giugno 2022, è stato arrestato dai carabinieri con le accuse di estorsione, sequestro di persona e lesioni personali.

Oggi, 28 settembre, è stata emessa la sentenza dal tribunale di Vasto, che ha riformulato il capo d'imputazione del sequestro di persona con quello, meno grave, di violenza privata, in continuazione con gli altri capi d'imputazione (estorsione, tentata estorsione e lesioni aggravate).

L'uomo è stato condannato a complessivi 34 mesi di reclusione e 1.100 euro di multa, oltre che al pagamento del risarcimento del danno di 5.000 euro.

I fatti risalgono all'8 giugno 2022. Secondo le accuse il 38enne avrebbe costretto un giovane all'epoca 19enne ad accompagnarlo in macchina alla ricerca di sostanze stupefacenti. Lo studente sarebbe stato costretto, dietro minaccia, a trasportare per un'ora e mezzo l'uomo che si sarebbe fatto consegnare dal ragazzo anche la somma di 30 euro.

Parzialmente soddisfatto per la sentenza odierna il difensore dell'imputato, l'avvocato Francesco Bitritto: “Sono state riconosciute le attenuanti generiche, nonchè quella della tenuità del danno. Inoltre, il fatto è stato giuridicamente riqualificato in quello meno grave e durante l'istruttoria è emerso in modo inequivocabile che la persona offesa non aveva alcuna limitazione della propria libertà di movimento. Tuttavia, attendo le motivazioni e valuterò la proposizione dell'appello per dimostrare l'assoluta assenza di costrizione da parte dell'imputato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costrinse studente ad accompagnarlo in auto a cercare la droga: vastese condannato a 2 anni e 10 mesi di reclusione

ChietiToday è in caricamento