Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Più di 500 studenti del Masci in corteo per chiedere una scuola sicura

I ragazzi hanno sfilato pacificamente dalla attuale sede della scuola, il seminario regionale di via Vernia, fino a piazza San Giustino. Una rappresentanza è stata ricevuta dal segretario generale della Provincia Radoccia

Sono scesi in corteo in più di 500, per rivendicare il diritto a una scuola sicura. Protagonisti della protesta annunciata, questa mattina (lunedì 7 novembre), gli studenti del liceo scientifico Filippo Masci, che hanno sfilato pacificamente dalla attuale sede della scuola, il seminario regionale di via Vernia, fino a piazza San Giustino. Da mercoledì disertano le lezioni perchè non si fidano della sicurezza dell'edificio che li ospita, anche se oggi è stato mostrato loro il documento di staticità del seminario.

Il corteo è stato animato da cori e striscioni come "Noi vogliamo il Masci unito" e "Se ci toccano il futuro noi blocchiamo la città", qualche fumogeno e moltissima allegria. A tenere sotto controllo la situazione una trentina di studenti delle ultime classi, impegnati in un servizio d'ordine autogestito. Quando il serpentone è arrivato sotto il palazzo della Provincia, ente competente per il liceo, la protesta si è fatta più rumorosa, ma sempre civile: i ragazzi si sono seduti a terra intonando qualche coro e accendendo fumogeni colorati. Poi, una rappresentanza è stata ricevuta dal segretario generale Angelo Radoccia.

VIDEO I La protesta sotto il palazzo della Provincia: "Se ci toccano il futuro noi blocchiamo la città" 

Nel frattempo, il corteo ha proseguito verso l'obiettivo ultimo, piazza San Giustino, dove si è poi sciolto senza problemi. Domani (martedì 8 novembre) si torna regolarmente a scuola. "Ci hanno promesso che faranno ulteriori controlli - spiegano i ragazzi - anche sulla base di situazioni che abbiamo segnalato noi, come la mancanza di uscite di sicurezza, crepe comparse dopo le ultime scosse di terremoto, lampadari in condizioni precarie. Per ora, ci siamo lasciati con la certezza che si risolveranno i problemi più imminenti, ma noi continueremo a vigilare". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più di 500 studenti del Masci in corteo per chiedere una scuola sicura

ChietiToday è in caricamento