Corso Marrucino, arrivano i dispositivi contro i piccioni

L'assessore Bevilacqua annuncia l'istallazione dei primi dissuasori nei pressi del G.B. Vico e invita anche i privati ad attivarsi

i dispositivi nei pressi del liceo classico

Guerra ai piccioni per preservare l’igiene pubblica ed evitare che il centro cittadino sprofondi nel degrado e nella sporcizia, come già avviene nei vicoli adiacenti. L’Assessorato Igiene e Sanità ha fatto istallare alcuni dissuasori di nuova generazione per migliorare le condizioni igieniche di alcuni edifici pubblici in cui la nidificazione dei piccioni ha portato all'accumulo delle deiezioni in corrispondenza di davanzali, cornicioni, architravi e ingressi. 

“Sono già stati istallati oltre 25 metri lineari di punte antivolatili in corso Marrucino, sull’edificio del Convitto nazionale e del Liceo classico G. B. Vico – spiega l’assessore Alessandro Bevilacqua - nei potenziali punti di appoggio e ripari disponibili ai volatili. Inoltre, la società Formulambiente ha provveduto ad ordinare ulteriori quantitativi di dispositivi per proseguire l’attività di posizionamento su altri edifici pubblici. In considerazione delle spese non più sostenibili che il Comune avrebbe dovuto affrontare per la pulizia delle vie infestate, non previste in capitolato, si è deciso di intervenire a monte cercando di evitare il problema alla fonte”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’invito però è che anche i privati provvedano a fare altrettanto.  “Le criticità riscontrate sono spesso causate dall’incuria da parte dei proprietari di edifici privati dove, purtroppo, si moltiplicano luoghi di nidificazione che determinano l’accumulo di sporcizia ed escrementi su marciapiedi pubblici, facciate, tubi di scarico, balconi e veicoli. Pertanto – chiude Bevilacqua -  confidando nella collaborazione dei cittadini, chiederemo anche ai proprietari degli immobili che rientrano in zone critiche di attivarsi nella istallazione di dispositivi che possano contribuire a limitare la presenza dei volatili”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Coronavirus: oggi in Abruzzo 11 nuovi casi, 3 persone in terapia intensiva

  • Fabrizio Di Stefano a Matteo Salvini: "Troverai una Chieti cambiata e che riparte"

  • Incendio in un fabbricato della zona industriale a Chieti Scalo: intervengono i vigili del fuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento