Cronaca

Coronavirus, studenti e docenti dell'Ateneo al sicuro, ma voli speciali per chi volesse rientrare dalla Cina

Finora in Abruzzo nessun caso sospetto. Resta comunque alta l'attenzione

 Mentre gli abruzzesi rimasti bloccati a Wuhan, in Cina, a causa della diffusione del coronavirus, si apprestano a tornare a casa, l’università d’Annunzio di Chieti fa sapere che al momento non risultano esserci studenti o docenti dell’Ateneo nelle aree a maggior rischio individuate in Cina.

Su indicazione delle Autorità nazionali, infatti, l'Ud'A ha verificato quanto di sua competenza in relazione alla epidemia di coronavirus. Tuttavia, seguendo le direttive del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica, "qualora vi fossero persone non ancora rintracciate che fossero interessate a rientrare in Italia dalla Cina - fa sapere l'Ateneo in una nota - le stesse possono usufruire del volo speciale che il Ministero degli esteri sta organizzando in queste ore".

Per avere informazioni e per segnalare casi specifici occorre contattare il dottor Domenico Petrazzuoli all' indirizzo caposegreteria.ministro@miur.it.

Coronavirus: nessun caso sospetto in Abruzzo

Intanto in Abruzzo il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute ha verificato l'assenza di casi di circolazione locale del coronavirus. Resta comunque alta l'attenzione sulla valutazione di ogni caso sospetto che dovesse presentarsi.  

I due pazienti cinesi, ricoverati da ieri sera nel reparto di malattie infettive all'ospedale di Teramo, sono tuttora asintomatici e in buone condizioni generali di salute.Resteranno in osservazione precauzionale fino a lunedì. Un altro bambino cinese ricoverato ieri all'ospedale dell'Aquila è risultato positivo al virus dell'influenza stagionale: vista la tenera età, a scopo precauzionale, un campione è stato comunque inviato allo Spallanzani di Roma. 
   

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, studenti e docenti dell'Ateneo al sicuro, ma voli speciali per chi volesse rientrare dalla Cina

ChietiToday è in caricamento