Morto un maresciallo dei carabinieri teatino: era positivo al Coronavirus

Aveva 55 anni ed era il comandante della stazione dei carabinieri di Villanova d'Asti. Da qualche giorno era ricoverato in ospedale

Lutto nell'Arma dei carabinieri e a Chieti per la morte del maresciallo Mario D'Orfeo, 55 anni, comandante della stazione dei carabinieri di Villanova d'Asti. Il militare di origini teatine è morto all'ospedale di Asti, dove era ricoverato qualche giorno fa perché risultato positivo al Coronavirus. Nella notte, le sue condizioni si sono aggravate, fino alla morte. Lascia tre fratelli, uno dei quali carabiniere in pensione.

"Ha dedicato la sua vita all'Arma", lo ricorda il comandante provinciale dei carabinieri di Asti, tenente colonnello Pierantonio Breda.

Il maresciallo D'Orfeo aveva lavorato per i primi anni della sua carriera, dal 1983, in territoriale a Vercelli, nel torinese, poi a Palermo, nel pronto intervento e alla stazione siciliana. È stato anche istruttore alla Scuola allievi di Fossano (Cuneo), dove era impegnato nella formazione e, per alcuni mesi, anche nell'amministrazione dell'infermeria, prima di arrivare nell'astigiano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Camioncino della nettezza urbana si ribalta contro un muro di cinta

  • Fabrizio Di Stefano a Matteo Salvini: "Troverai una Chieti cambiata e che riparte"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento