menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, sale a 38 il numero delle persone morte in Abruzzo

Spetterà all'Istituto Superiore di sanità attribuire le morti al Coronavirus, in quanto si tratta di persone già affette da patologie pregresse

Sono 38 i pazienti deceduti a causa del Coronavirus in Abruzzo, dall'inizio dell'emergenza. I numeri diffusi oggi dal servizio Prevenzione e tutela della salute della Regione evidenziano cinque decessi in più rispetto a ieri. Nove erano della provincia di Chieti: si tratta di due uomini di Crecchio, un uomo e una donna di Ortona, una donna di Casoli, una donna di Paglieta, un uomo di Chieti, un uomo di Roccascalegna, una donna di Torricella Peligna. 

Le altre persone decedute sono un uomo e una donna di Pianella (Pescara), cinque uomini di Castiglione Messer Raimondo (Teramo), Comune che fa parte della zona rossa, un uomo e una donna di Collecorvino (Pescara), un uomo di Pineto (Teramo), due donne e due uomini di Montesilvano (Pescara), tre uomini di Pescara, un uomo di Città Sant'Angelo (Pescara), una donna di Civitella Casanova (Pescara), un uomo e una donna di Penne (Pescara), una donna di Alanno (Pescara), due donne di Loreto Aprutino (Pescara), un uomo di Castel di Sangro (L'Aquila), una donna di Silvi (Teramo), un uomo di Castilenti (Teramo), un uomo di Teramo e una donna di Guglionesi (Campobasso), in Molise.

Spetterà in ogni caso all'Istituto Superiore di sanità attribuire le morti al Coronavirus, in quanto si tratta di persone già affette da patologie pregresse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento