menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cooperativa Azzurra, la Asl diffida a riprendere il servizio di assistenza domiciliare

Dopo l'incontro in prefettura, l'azienda sanitaria chiarisce con un comunicato stampa di aver già saldato le fatture relative ai primi mesi dell'anno

Incontro in prefettura, ieri (venerdì 29 luglio), per il caso della Cooperativa Azzurra. Se nel verbale del vertice si legge che la Asl si impegna, entro lunedì (1° agosto) a saldare le fatture arretrate, la stessa azienda sanitaria diffonde contemporaneamente un comunicato stampa in cui spiega “di avere liquidato tutti gli acconti, pari al 90% del totale mensile fatturato, per le prestazioni di assistenza rese da gennaio a giugno. Ad eccezione del mese di gennaio, versato direttamente alla Cooperativa Azzurra, le somme relative agli altri mesi sono state accantonate, per soddisfare i numerosi pignoramenti presso terzi promossi nei confronti della Cooperativa Azzurra e notificati alla Asl dall’autorità giudiziaria”. E, specifica, i conti degli anni precedenti sono stati tutti saldati, sebbene la Cooperativa abbia richiesto somme superiori al dovuto e ne siano sorte cause ancora pendendo davanti al trbunale.

Nel frattempo, la Cooperativa ha sospeso il servizio di assistenza domiciliare integrata, ma la Asl la diffida a ripristinare il servizio “riservandosi ogni azione di tutela degli utenti per garantire loro l’assistenza necessaria”. 

Sulla vicenda intervengono anche il sindaco Umberto Di Primio e l’assessore alle Politiche Sociali Emilia De Matteo, che sollecitano un  rapido intervento della Asl.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento