rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Controlli straordinari dei carabinieri ai caselli: sei persone denunciate

In tutto sono stati fermati e controllati circa 200 veicoli in transito e identificate circa 300 persone. Numerosi i controlli a carico di soggetti sottoposti ad obblighi e ad esercizi pubblici. Infine, sono state ritirate 6 patenti di guida

Intensa nottata di controlli, per i carabinieri della provincia di Chieti, tra le 22 di ieri (venerdì 31 marzo) e l’alba di oggi (sabato 1° aprile), impegnati in un controllo del territorio straordinario.

L’operazione, predisposta e coordinata dal Comando provinciale Carabinieri di Chieti, è stata orientata e finalizzata a contrastare i fenomeni criminali predatori, sulla base degli ultimi episodi criminosi. Per tutta la notte, più di 50 militari, a bordo di 25 mezzi, hanno presidiato le uscite dei caselli autostradali delle due arterie che attraversano il territorio. 

E i controlli hanno dato i loro frutti, soprattutto nel vastese. Cinque persone, originarie della provincia di Foggia, sono state denunciate perché a bordo dell’auto trasportavano centraline elettroniche per auto già predisposte per  il furto di autovetture, oltre ad altri strumenti atti allo scasso. 

Un cittadino di Monteodorisio è stato segnalato alla prefettura come consumatore di droga. Alla vista dei carabinieri, l’uomo ha cercato di disfarsi di un involucro, che poi si è rivelato contenere circa 2 grammi di eroina. 

In tutto sono stati fermati e controllati circa 200 veicoli in transito e identificate circa 300 persone. Sono stati numerosi i controlli a carico di soggetti sottoposti ad obblighi e ad esercizi pubblici. Infine, sono state ritirate 6 patenti di guida.

L’attività rientra in un programma di contrasto alla criminalità diffusa e, in particolare, ai reati predatori, che il Comando Provinciale di Chieti proseguirà anche nei prossimi mesi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli straordinari dei carabinieri ai caselli: sei persone denunciate

ChietiToday è in caricamento