rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Controlli straordinari: boom di arresti dei carabinieri del comando provinciale

Finiscono in manette tre persone che avevano rubato in un supermercato di Montenero di Bisaccia e un giovane di Scafa trovato in possesso di grandi quantità di droga. Altre tre persone portate in carcere in esecuzione di sentenze

Boom di arresti da parte dei carabinieri del comando provinciale di Chieti nei giorni scorsi. I militari sono impegnati in servizi straordinari di controllo in occasione delle festività natalizie. 

Ieri (mercoledì 25 novembre), i militari di Cupello hanno messo la manette a tre uomini di 20, 23 e 25 anni, tutti cittadini romeni residenti a Vasto, che avevano rubato nel supermercato Eurospin di Montenero di Bisaccia (Campobasso). Dopo il colpo, sono fuggiti su un'Audi A4 con targa straniera, ma una pattuglia della stazione di Cupello, dopo la segnalazione dei colleghi di Montenero, li ha intercettati e trovati in casa loro, dove è stata recuperata l'intera refurtiva del valore di 1.000 euro. 

La cattura dei fuggitivi è stata possibile grazie alla profonda conoscenza del territorio degli uomini dell’Arma di Cupello che, sulla base delle indicazioni ricevute, hanno intuito che i malviventi erano riconducibili ad un gruppo di cittadini romeni abitanti, da qualche tempo, nel loro Comune.

A finire in manette, la scorsa notte, anche un 34enne di Scafa (Pescara), D.G.L., arrestato dagli uomini del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Chieti dopo essere stato fermato per un controllo a bordo della sua auto: lì sono state trovate dosi di cocaina già confezionate in involucri di cellophane

L’arresto dell’uomo è il risultato di un’attività d’indagine avviata nella zona di Chieti da alcuni mesi e conclusasi con il sequestro di droga avvenuto, la notte scorsa, a Scafa. Gli uomini dell’Arma sono risaliti al 34enne, peraltro incensurato e del tutto sconosciuto alle Forze dell’Ordine, attraverso una serie di controlli effettuati su soggetti dello Scalo considerati abituali utilizzatori di stupefacenti. Al termine della perquisizione personale, veicolare e domiciliare effettuata sull’uomo, con la collaborazione dell'Arma di Pescara, i Carabinieri di Chieti hanno sequestrato complessivamente 380 grammi di cocaina, 11 di MDMA, 96 di hashish, un bilancino di precisione e banconote per un totale di 10.290 euro. L’uomo è stato portato nella casa circondariale di Pescara in attesa di essere interrogato, nei prossimi giorni, dall’Autorità Giudiziaria.

Altri tre arresti sono scattati per ordine delle procure. E' toccato a un giovane di 30 anni di San Buono, arrestato ieri dai carabinieri del posto in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla procura generale della Repubblica presso la Corte d'appello dell'Aquila per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I reati contestati risalgono al 2011 e furono commessi a Gissi e San Buono. L'uomo è stato portato nel carcere di Vasto.                      

In cella a Chieti è finita una 56enne russa arrestata dai militari di San Salvo e Fresagrandinaria in esecuzione di un ordine di carcerazione della procura di Vasto. La donna, residente nella città costiera ma domiciliata a Fresagrandinaria, deve scontare 3 anni, 5 mesi e 26 giorni di reclusione per i reati di maltrattamenti in famiglia, tentato omicidio, lesioni aggravate e abbandono di persone incapaci, commessi nel 2009 a San Salvo.

Al carcere di Madonna del Freddo, a Chieti, è finito anche un 57enne di nazionalità albanese, arrestato ieri pomeriggio dai carabinieri di Rapino per un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Ancona. L’uomo, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari nella sua abitazione di Fara Filiorum Petri, dovrà scontare la pena di 2 anni e 2 mesi di reclusione per reati inerenti la detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti commessi nel 2014 ad Ancona.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli straordinari: boom di arresti dei carabinieri del comando provinciale

ChietiToday è in caricamento