Controlli sulla ciclopedonale della costa dei trabocchi: nessuna violazione al Dpcm riscontrata

I carabinieri della compagnia di Ortona hanno perlustrato circa 200 persone, 80 veicoli e 25 esercizi pubblici

Controlli serrati dei carabinieri della compagnia di Ortona nella giornata di domenica sulla pista ciclopedonale lungo la costa dei Trabocchi, da Ortona a Casalbordino. Il timore era che in tanti, in previsione della imminente zona rossa in Abruzzo, approfittassero della giornata festiva per godere degli ultimi giorni per passeggiare, nonostante il divieto di uscire dal proprio comune di residenza. 

I militari hanno attuato un servizio dedicato che ha visto l’impiego delle stazioni carabinieri dislocate lungo la costa e supportate dagli equipaggi in motocicletta in particolare dell’aliquota radiomobile, che hanno permesso di controllare circa 200 persone, 80 veicoli e 25 esercizi pubblici. 

Di particolar rilievo è stato appunto l’impiego dei carabinieri motociclisti che, in pattuglia lungo la pista ciclo-pedonale, hanno effettuato il controllo di quanti passeggiavano da soli o in compagnia dei propri cari o animali domestici, nei luoghi non raggiungibili dalle autovetture.

Durante i controlli non è stata riscontrata alcuna violazione, a dimostrazione che tutti i cittadini hanno compreso l’importanza delle norme comportamentali imposte dagli attuali Dpcm e il pericolo per la salute che si può correre se non rispettate.

Schermata 2020-11-16 alle 19.56.33-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

Torna su
ChietiToday è in caricamento