Venerdì, 17 Settembre 2021

Controlli dei Nas negli ospedali, denunciate due infermiere: non erano iscritte all'Ordine

In provincia di Chieti i militari hanno anche sottoposto a sequestro 5 confezioni di farmaci con data di scadenza oltrepassata di validità, rinvenuti in un carrello per le emergenze

Due infermiere denunciate e 5 confezioni di farmaci scaduti. Questo il bilancio delle ispezioni da parte dei carabinieri del Nas di Pescara, nell’ambito dei controlli connessi alle festività ferragostane e all’emergenza Covid-19, utili a verificare, anche in questi giorni di caldo record, l’appropriatezza delle cure somministrate alle fasce deboli e del benessere dei pazienti fragili che debbono ricorrere a cure ospedaliere.

I militari hanno ispezionato 15 unità operative e ambulatori dei presidi ospedalieri abruzzesi.

In provincia di Chieti, i militari hanno sottoposto a sequestro confezioni di farmaci con data di scadenza oltrepassata di validità, rinvenuti in un carrello per le emergenze. Il coordinatore Infermieristico di quell’Unità Operativa è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Chieti mentre due infermiere sono state denunciate in quanto esercitavano la professione sanitaria, sebbene non iscritte all’Ordine delle Professioni Infermieristiche.

Sono state anche documentate importanti criticità igienico sanitarie e tecnologiche, sia negli ambienti di degenza che in quelli ad uso esclusivo del personale sanitario. Le ispezioni, svolte in collaborazione con i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno sviluppato accertamenti sulla regolarità di contratti di alcuni operatori socio-sanitari.

In Provincia de L’Aquila gli ispettori del Nas hanno documentato gravi criticità igienico sanitarie, strutturali e tecnologiche in un Day Hospital oncologico: nelle stanze di infusione è stata rilevata una temperatura superiore ai 30°C, con serrande abbassate e luci spente, nonostante la presenza di pazienti chiaramente fragili in condizioni microclimatiche che non assicuravano il cosiddetto “benessere termico” con elevato disagio termo igrometrico; inoltre parte delle pareti e dei soffitti erano ammalorate da pregresse infiltrazioni di acqua e muffe.

In Provincia di Pescara e Teramo i militari hanno ispezionato diverse unità operative di quattro ospedali. Nei reparti di medicina, geriatria, Day Hospital oncologico, si sono documentate criticità strutturali e tecnologiche, quali l’assenza di indicatori di temperatura in frigoriferi – di tipo domestico – utilizzati per la conservazione di farmaci in ambienti ammalorati da muffe ed infiltrazioni, tutte oggetto di segnalazione per l’immediato ripristino e adeguamento strutturale e impiantistico.

Si parla di

Video popolari

Controlli dei Nas negli ospedali, denunciate due infermiere: non erano iscritte all'Ordine

ChietiToday è in caricamento