Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

Maxi multe ai diportisti che non rispettano le regole e al noleggio abusivo: i controlli della guardia costiera

Dall'inizio della stagione balneare sono più di 60 le sanzioni amministrative elevate dai militari, impegnati ogni giorno sulla costa teatina per garantire la sicurezza della navigazione e della balneazione

Sono più di 60 le sanzioni amministrative elevate dalla guardia costiera di Ortona dall'inizio della stagione balneare, su tutta la costa. È il bilancio provvisorio tracciato nel giro di boa dell'estate dai militari che sono impegnati tutti i giorni nella vigilanza sulla sicurezza della balneazione.

Quest’estate è stata data particolare attenzione alle attività di locazione o noleggio delle unità da diporto, così da rilevare un numero crescente di violazioni, molte delle quali riconducibili ad unità utilizzate da parte dei turisti.

Secondo i dati forniti dalla guardia costiera, sono i diportisti, in particolare quelli occasionali, i destinatari delle oltre 60 sanzioni amministrative, elevate dall’inizio stagione balneare ad oggi. Le violazioni che preoccupano di più sono quelle che riguardano la navigazione all’interno delle zone destinate alla balneazione, per l’impatto che possono avere sulla sicurezza dei bagnanti. La navigazione nella fascia dei 300 metri dalle spiagge o dei 150 metri dai tratti di costa rocciosa, infatti, è severamente vietata, trattandosi di area riservata alla balneazione, da cui tenersi a debita distanza durante la navigazione: l'attraversamento per raggiungere il largo è consentito solo tramite gli appositi corridoi di lancio autorizzati e delimitati con boe di segnalamento.

La guardia costiera continua a individuare pericolose violazioni perpetrate da diportisti occasionali che, ricorrendo alle formule della locazione e del noleggio di unità da diporto per trascorrere una giornata alternativa in mare, si approcciano al mare senza conoscere le norme basilari che disciplinano la navigazione sicura.

Per questo la capitaneria di porto di Ortona assicura che continuerà a dedicare il massimo sforzo per la salvaguardia della vita umana in mare, con particolare attenzione al controllo sul regolare esercizio delle attività di locazione e noleggio e sul rispetto degli obblighi di legge imposti agli esercenti, tenuti a garantire la sicurezza delle rispettive attività, ed agli stessi utenti, che spesso si affidano a soggetti in cerca di facili guadagni ma poco attenti alla sicurezza, mettendo così a repentaglio l’incolumità propria e di familiari e conoscenti.

L'esercizio abusivo di attività commerciale per il diporto è punito con sanzioni da 2.775 a 11.017 euro. Solo nella giornata di ieri, sono state elevate 2 sanzioni, di 3.670 euro ciascuna, a proprietari di imbarcazioni che non si sono attenuti alle norme previste. 

Anche sulla costa teatina arriva l’iniziativa del ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, che prevede il rilascio di un simbolico bollino blu alle unità da diporto che hanno superato positivamente i controlli sulla sicurezza. Sono 50, ad oggi, le imbarcazioni che i militari della capitaneria di porto di Ortona hanno controllato con esito positivo, attestandone la regolarità delle dotazioni di sicurezza presenti a bordo che ha consentito il rilascio del bollino quale evidenza di regolarità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi multe ai diportisti che non rispettano le regole e al noleggio abusivo: i controlli della guardia costiera

ChietiToday è in caricamento