menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Multe al falò e sequestro di 260 chili di pesce pescato abusivamente

Si intensificano i controlli della Guardia costiera di Vasto. Multe per oltre mille euro

Con l’inizio della stagione estiva l’Ufficio Circondariale Marittimo di Vasto ha intensificato l’attività di pattugliamento a terra e in mare.

Durante i controlli  di polizia marittima la Guardia costiera ha elevato sei sanzioni per violazioni amministrative in materia di pesca per una somma complessiva di 10.500 euro e sequestrato dieci attrezzi da pesca abusivamente posizionati. Sequestrati inoltre circa 11 chili di pescato vario, che è stato donato in beneficenza, e ben 250 chili di vongole (foto) rigettate in mare ancora vive.

Gli uomini e le donne del Circomare, durante l’attività di pattugliamento, hanno accertato altre tre violazioni per auto in sosta sul demanio, uno scavo non autorizzato e accensione di fuoco in spiaggia per un ammontare di 1.438,00 euro, mentre in ambito portuale sono state elevate ben 11 contravvenzioni per oltre mille euro di sanzioni.

Un’altra importantissima attività si è svolta in questi giorni con la distruzione di un ordigno bellico inesploso grazie all’intervento del Nucleo SDAI della Marina Militare che, con il supporto della dipendente motovedetta CP 538, ha assicurato la bonifica del tratto di mare interessato, rimuovendo ed eliminando la fonte di pericolo. L’operazione è avvenuta sotto il coordinamento della Prefettura di Chieti.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento