menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le foto su Instagram della festa in zona rossa costano caro: multati in otto riconosciuti dalle immagini postate

Un bar a Chieti è stato chiuso perché faceva consumare i clienti al bancone, mentre un uomo è stato multato per essere uscito dal suo comune "per un caffè"

La voglia di mostrare sui social network i loro festeggiamenti, in barba all'aumento dei contagi e delle restrizioni anti Covid, è costata molto cara a un gruppo di persone di Roccamontepiano. 

Proprio su Instagram, infatti, i carabinieri della stazione di Casalincontrada hanno trovato le prove, pubblicate dagli stessi protagonisti, di un incontro conviviale tra brindisi e fornelli. La segnalazione era arrivata da numerosi cittadini, spaventati dalla possibilità di contagio. 

È bastato poco ai militari per trovare le immagini sul social network, identificare gli otto partecipanti e sanzionarli per violazione delle norme anti Covid. 

Ma, nonostante l’incremento dei contagi e i continui appelli del prefetto e delle forze dell’ordine al rispetto delle normative anti-Covid, nell’ultimo periodo sono stati individuati diversi trasgressori. 

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Chieti hanno chiuso un bar a Chieti, perché i clienti consumavano all’interno senza rispettare i protocolli anti-Covid. Una decina di persone è stata sanzionata.

Inoltre, un uomo proveniente dall’entroterra ortonese, è stato fermato dai carabinieri a Francavilla al Mare e, alla richiesta dei militari di mostrare l’autocertificazione, ha risposto: “Andavo a prendermi un caffè”. Una motivazione che, ovviamente, non rientra tra quelle di necessità: anche per lui è scattata la sanzione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento