Cronaca

"Solo qui c'è l'officina per la mia auto", ma non era vero: multato e denunciato un uomo arrivato da fuori regione

Nell'autocertificazione aveva scritto di avere appuntamento con la concessionaria di un certo marchio non presente nella sua zona, ma era tutto falso

La bugia raccontata ai poliziotti gli è costata cara: un uomo della provincia di Foggia, non solo dovrà pagare la sanzione prevista per aver violato la normativa anti Covid, ma è stato anche denunciato per il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico.

L'episodio risale ai giorni scorsi, quando gli agenti della questura di Chieti, nell’ambito di specifici servizi disposti dal questore per il rispetto delle regole della zona rossa, hanno fermato un uomo di 50 anni, residente nel foggiano.

Questi, arrivato addirittura da fuori regione, ha spiegato di essere arrivato in provincia di Chieti perché aveva un appuntamento nella concessionaria di un marchio automobilistico di lusso. Solo qui, a suo dire, avrebbe potuto effettuare una riparazione necessaria alla sua auto, perché in Puglia non esisterebbe un'officina specializzata per quel marchio. 

Una versione che ha scritto anche sull'autocertificazione, con tanto di firma. 

Ma la questura ha fatto degli accertamenti ed è emerso che l'uomo aveva detto il falso. Non solo il 50enne non aveva nessun appuntamento con la concessionaria, ma oltretutto questa non tratta il marchio della sua auto. E, tra l'altro, nella sua regione di residenza c'è un'officina specializzata per quel tipo di macchina. 

Per questo la trasferta abruzzese del foggiano è finita con una multa per aver violato la normativa anti Covid, con l’aggravante specifica di aver utilizzato l’autovettura e una denuncia alla procura di Chieti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Solo qui c'è l'officina per la mia auto", ma non era vero: multato e denunciato un uomo arrivato da fuori regione

ChietiToday è in caricamento