Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Giro di vite nei centri di scommesse: sei persone denunciate e dieci sanzioni da 8mila euro

Il questore ha disposto un'intensificazione dei controlli in tutta la provincia, a tutela degli utenti

Sei persone denunciate, dieci sanzioni amministrative per un totale di 8mila euro: è questo il risultato di una serie di controlli straordinari nei centri di scommesse e giochi online, disposti dal questore di Chieti, Ruggiero Borzacchiello. 

Un controllo avvalorato dal fatto che, secondo le statistiche, l’Abruzzo è tra le prime regioni in Italia per gioca d’azzardo. Proprio per questo, il questore di Chieti, ha deciso un giro di vite nel settore, verificando nel corso dei controlli anche l’esatta corrispondenza con quanto prescritto dalla legge Regionale Abruzzo sulla ludopatia (la n. 140/2013).

L’iniziativa non a caso è stata intrapresa a ridosso delle feste natalizie, sia per verificare il rispetto della normativa in materia, soprattutto a tutela dei minori, per prevenirne la partecipazione ai giochi loro vietati, e delle persone affette da patologie ludopatiche, sia per la prevenzione e la repressione del gioco e della raccolta di scommesse illegali. 

Pertanto, equipaggi della Divisione Pas (Polizia Amministrativa e di Sicurezza) della questura di Chieti, con l’ausilio della squadra mobile e dei commissariati di polizia di Stato di Vasto e Lanciano, coordinati dal dirigente della Divisione Pas, Pasquale Sorgonà, hanno controllato diversi esercizi pubblici in tutta la provincia, rivolgendo particolare attenzione alla gestione degli apparecchi elettronici da intrattenimento, ossia slot machine e videolottery, e alla repressione del gioco illegale abusivo.

I controlli, svolti anche con la collaborazione dell’Azienda dei Monopoli di Stato, hanno interessato molti comuni della provincia di Chieti, tra i quali, oltre al capoluogo, Vasto, Lanciano, Ortona, Guardiagrele, Atessa, Rocca San Giovanni e altri.

All’esito dell’operazione, Sono stati denunciati a vario titolo all’autorità giudiziaria i titolari di 6 esercizi di gioco non in regola con la normativa, per intermediazione abusiva di raccolta scommesse (raccolta di scommesse per conto di concessionari non autorizzati dallo Stato) o per omessa vigilanza dei locali (che devono essere invece strettamente sorvegliati per evitare l’accesso di minori) e sono state elevate 10 sanzioni amministrative per circa 8mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro di vite nei centri di scommesse: sei persone denunciate e dieci sanzioni da 8mila euro

ChietiToday è in caricamento