Maxi controlli dei carabinieri nelle scuole e nelle attività a Ortona: multe agli esercizi pubblici e un arresto

Oltre 100 le persone controllate - tra cui diversi pregiudicati e numerosi soggetti sottoposti agli arresti domiciliari - alcuni istituti scolastici e diversi esercizi pubblici ispezionati con l’ausilio dei cani antidroga

Ha visto impegnati 30 militari dell’Arma, tra cui un’unità antidroga del Nucleo Cinofili di Chieti, personale del Nucleo carabinieri ispettorato del lavoro di Chieti e del Nas di Pescara, la vasta operazione di controllo del territorio messa in atto ieri mattina dai carabinieri del comando compagnia di Ortona: più di 100 le persone controllate, tra cui diversi pregiudicati e numerosi soggetti sottoposti agli arresti domiciliari, alcuni istituti scolastici e diversi esercizi pubblici ispezionati con l’ausilio dei cani antidroga e del personale specializzato. Fin dalle prime ore del mattino i militari hanno presidiato stazione ferroviaria di Ortona, i terminal bus e le principali vie di accesso agli istituti scolastici di Ortona, quindi hanno ispezionato due scuole superiori durante per prevenire l’uso di stupefacenti tra gli studenti: fortunatamente l’esito è stato negativo. 

Contemporaneamente sono stati controllati bar e sale giochi al fine di verificare il rispetto della normativa in materia di vendita di alcolici ai minori, sul fumo nei locali pubblici e sulla corretta istallazione di videogiochi e slot-machine. In uno di questi, i militari dell’Ispettorato del Lavoro e del Nas. hanno contestato diverse sanzioni amministrative per alcune migliaia di euro per il mancato rispetto delle norme igienico-sanitarie sulla conservazione e somministrazione degli alimenti, sui requisiti dei locali per fumatori e sull’installazione di videocamere nei luoghi di lavoro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Verifiche sono state effettuate anche tra i banchi del mercato cittadino per il contrasto al commercio illegale e alla contraffazione e sono state presidiate anche alcune strutture comunali e parchi pubblici dove negli ultimi giorni si erano verificati diversi atti vandalici. 
Durante le attività di controllo, infine, un 44enne pregiudicato di Miglianico, già “affidato in prova ai servizi sociali”, a carico del quale è risultato pendere un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura di Chieti è finito in carcere per espiare una condanna definitiva a 5 anni e 10 mesi di reclusione per vecchi reati contro il patrimonio. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • L'infettivologo: "Aspettiamoci 2-3mila casi in Abruzzo. Fine di questa fase? Almeno altre 4-6 settimane"

  • Covid-19, il laboratorio dell'Ud'A di Chieti pronto per eseguire i test: si parte con gli operatori sanitari

  • Coronavirus: altri sei morti in Abruzzo, due erano della provincia di Chieti

  • Crescono i casi di Coronavirus a Caldari di Ortona, il sindaco chiede tamponi per tutti

  • Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

Torna su
ChietiToday è in caricamento