Cronaca

Materie prime e semilavorati scaduti per fare i dolci: distrutti chili di prodotti in una pasticceria

I carabinieri del Nas, durante un controllo, ne hanno ordinato la distruzione

Stavano per preparare dolci con materie prime e semilavorati che avevano già superato la data di preferibile consumo. 

Ma in una pasticceria del frentano sono intervenuti per un controllo i carabinieri del Nas di Pescara, che hanno ordinato la distruzione di diversi chilogrammi di materiali impiegati in laboratorio. 

Numerosi i controlli dei militari in imprese alimentari di pasticceria e rivendita di prodotti dolciari da forno di tutto Abruzzo. I controlli hanno preso in esame le condizioni igienico sanitarie dei locali, i protocolli anticontagio adottati e la correttezza delle informazioni al consumatore.

A Pescara, il titolare di una pasticceria è stato denunciato per l’ipotesi di tentata frode in commercio: esponeva e tentava di vendere panettoni industriali, privati di confezioni, facendoli apparire come confezionati in loco, inducendo in errore il consumatore finale, circa la reale origine e provenienza del prodotto.

Nel corso di altri controlli eseguiti anche nel teramano nello specifico settore, sono state documentate inadeguatezze igienico sanitarie e gestionali che sono state segnalate all’autorità Competente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Materie prime e semilavorati scaduti per fare i dolci: distrutti chili di prodotti in una pasticceria

ChietiToday è in caricamento