menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arriva il contrassegno di Stato per i vini Montepulciano d’Abruzzo Doc

Si tratta di un sistema identificativo delle produzioni a garanzia del consumatore che potrà essere apposto sul collo delle bottiglie a titolo volontario

L’ufficialità della notizia arriva dal Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo. Da dicembre 2018 i vini Montepulciano d’Abruzzo Doc, potranno fregiarsi del contrassegno di Stato. Si tratta di un sistema identificativo delle produzioni a garanzia del consumatore che potrà essere apposto sul collo delle bottiglie a titolo volontario. L’autorizzazione arriva dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Decisamente una buona notizia che rende speciali i festeggiamenti dei 50 anni dalla nascita della denominazione di origine controllata. Le celbrazioni si svolgeranno il 15 luglio a Ortona (Chieti).

La superficie vitata in Abruzzo è estesa su oltre 32mila ettari per una produzione annua di circa 3,5 mln di ettolitri, di cui più di un milione a denominazione di origine controllata, con circa l'80% rappresentato dal Montepulciano d'Abruzzo che è il vitigno più diffuso in ambito territoriale (17mila ettari).

Il consorzio del Montepulciano raggruppa 200 aziende. In Italia il Montepulciano è particolarmente gradito nel Lazio e Lombardia, mentre in Europa i Paesi più interessati sono Germania, Inghilterra e Nord Europa. Fuori dai confini continentali il maggiore successo è riscosso negli Stati Uniti, in Canada e Giappone.
   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento