menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra la vittima Italo D'Elisa e Fabio Di Lello con la moglie Roberta Smargiassi

Da sinistra la vittima Italo D'Elisa e Fabio Di Lello con la moglie Roberta Smargiassi

Uccise il giovane che aveva provocato l'incidente in cui morì la moglie: confermata la pena a 20 anni

La stessa condanna era stata comminata in secondo grado nei confronti del vastese Fabio Di Lello, accusato dell'omicidio di Italo D'Elisa

Confermata la pena a 20 anni di reclusione per Fabio Di Lello, l'uomo che nel febbraio 2017 ha ucciso a colpi di pistola Italo D'Elisa, il giovane che qualche mese prima aveva provocato l'incidente in cui morì Roberta Smargiassi, la moglie di Di Lello.

La prima sezione della Corte di Cassazione ha confermato la sentenza di condanna emessa un anno fa dalla Corte d'Assise d'Appello dell'Aquila.

In primo grado Di Lello era stato condannato a trent’anni dalla Corte d’Assise di Lanciano. La conferma della pena a 20 anni era stata chiesta anche dal Procuratore generale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento