menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confcommercio: consumi in lieve ripresa a Natale

Il Natale 2015 fa registrare un'inversione di tendenza sui consumi, che lascia sperare in una risalita della "situazione disastrosa di poco tempo fa". Parola di Marisa Tiberio, presidente provinciale Confcommercio, che ha presentato uno studio ad hoc

Il Natale 2015 fa registrare un'inversione di tendenza sui consumi, che lascia sperare in una risalita della "situazione disastrosa di poco tempo fa". Parola di Marisa Tiberio, presidente provinciale Confcommercio, che questa mattina (martedì 22 dicembre) ha presentato in conferenza stampa uno studio sui consumi del territorio. Un'occasione anche per tracciare il bilancio provvisorio del concorso Selfie Shopping, lanciato dall'associazione di categoria insieme alla Camera di commercio, che terminerà il prossimo 6 gennaio. 

A Chieti e provincia si registrano nel periodo prenatalizio piccoli segnali di ripresa dei consumi, con gli utenti che preferiscono acquistare nella grande distribuzione oltre che online. Trend leggermente positivo anche per quanto riguarda il numero delle imprese iscritte alla Camera di commercio di Chieti. Nel primo trimestre del 2015, infattio, erano 9581 le aziende censite dall’ente camerale mentre, nel terzo trimestre di quest’anno, il numero è salito a 9642 imprese malgrado il saldo tra iscrizioni e cessazioni resti negativo con il fardello delle tasse che continua a pesare sui commercianti per il 68,4% dell’utile prodotto.

A Chieti e provincia, ha spiegato Confcommercio, si predilige acquistare nella grande distribuzione (75,3%), poi nei negozi tradizionali (56%) e, infine, on-line (39,6%) con quest’ultimo dato in forte crescita: basti pensare che nel 2009 solo il 3,8% dei consumatori comprava regali sul web, nel 2012 la percentuale è salita al 28,3% ed oggi il 39,6% dei consumatori clicca, paga e si fa recapitare a casa l’oggetto da lasciare sotto l’albero anche in provincia di Chieti. Il che si traduce in 4 consumatori su 10 che non entreranno in un normale negozio di vicinato facendo ricorso ai siti on-line.

Si comprano perlopiù generi alimentari (74,7%) e poi seguono a ruota l’abbigliamento, i giocattoli, i libri, i prodotti per la cura della persona, il vino, le calzature e gli smartphone. Il 51,1% dei consumatori paga in contanti, il 27,1% con il bancomat e il 21,8% con la carta di credito. Ma è l’impennata delle vendite on-line che ha spinto Confcommercio Chieti ad avvicinare i negozi di vicinato al mondo del web e della rete grazie all’innovativo progetto “Selfie Shopping” ed a corsi di formazione dedicati ai segreti del web marketing.

“L’obiettivo di Confcommercio - ha spiegato Marisa Tiberio - è quello di far capire alla categoria l’importanza di aprire canali social, come Facebook, Twitter e Instagram, per arrivare a molti più potenziali clienti rispetto al vicinato e, magari, iniziare a pensare al commercio online. In questo modo si può invogliare il consumatore, sempre più orientato al web, a riavvicinarsi al negozio tradizionale, in maniera più allegra, partecipativa e consapevole. Grazie alla nostra capillare territorialità, vogliamo essere presenti e attivi sul territorio sempre di più, ma soprattutto vogliamo dare nuovo impulso e nuove idee. Già a partire da questo mese abbiamo deciso di creare un pool di professionisti della comunicazione per stare a passo con i tempi. La parola d’ordine del 2016 è sicuramente il rilancio di tutto, un percorso intrapreso dalla mia presidenza da subito anche se la nostra priorità è stata quella di salvare la Confcommercio. Adesso finalmente siamo di nuovo in carreggiata e vogliamo trasmettere questa nostra positività agli associati.”

Il primo esempio concreto della ventata di novità promossa da Confcommercio sul territorio è rappresentato da Selfie Shopping, una sorta di competizione in rete a suon di selfie scattati dagli utenti con il prodotto acquistato in uno dei negozi tradizionali che hanno raccolto l’invito di Confcommercio finalizzato a rinsaldare il connubio tra negozianti e consumatori. Dal 6 dicembre ad oggi sono circa 180 i selfie scattati con l’iniziativa che si concluderà il 6 gennaio. Ma il concorso, oltre al momento divertente del selfie, sta regalando una vetrina unica alle attività commerciali coinvolte. “La pagina Facebook del concorso, nel giro di una sola settimana, dal 15 al 21 dicembre, ha registrato oltre 1.178 “mi piace” ai vari post pubblicati, 6.300 visualizzazioni e 3.750 interazioni. Una visibilità- riprende Tiberio- impossibile da ottenere in maniera tradizionale. Questa è la strada giusta per far ripartire i consumi e rilanciare i nostri negozi tradizionali.” 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento