menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Falso ideologico: condannati ex rettore e dg della d'Annunzio

Di Ilio e Del Vecchio a processo. Cadute molte accuse dell’inchiesta che nel 2017 portò all'estromissione dei vertici di ateneo

Il tribunale di Chieti ha condannato l’ex rettore dell’università d’Annunzio Carmine Di Ilio e l’ex direttore generale Filippo Del Vecchio rispettivamente  a 1 anno e 4 mesi e a 1 anno, con pena sospesa. Entrambi sono stati condannati per falso ideologico in merito ad un atto di interventi di edilizia universitaria nel piano triennale 2015-2017.

L’ex rettore è stato condannato anche per il reato d’abuso nei confronti del professor Luigi Capasso, componente del Cda all’epoca dei fatti. Sono invece cadute molte accuse dell’inchiesta che nel 2017 portò all'estromissione dei vertici di ateneo.  

Fu un esposto del professor Capasso a dare il via all'indagine, dopo che questi era stato estromesso dal consiglio di amministrazione di ateneo per una presunta incompatibilità, a causa della sua carica alla direzione del museo universitario di piazza Trento e Trieste. Procedimento che nel 2017 portò all’interdizione per sei mesi dell’allora rettore Di Ilio e del dg Del Vecchio.

I legali dei due imputati, entrambi presenti ieri in aula, hanno annunciato ricorso in Appello.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento