menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Condannato a due anni per aver rubato un'automobile mentre era agli arresti domiciliari

Francesco Calò, 27 anni, di San Severo, venne fermato dalla polizia stradale lo scorso 1° novembre, a Vasto, alla guida di una Fiat 500 L rubata a Chieti

Era stato fermato in autostrada lo scorso 1° novembre alla guida di un'auotomobile rubata a Chieti. Per questo Francesco Calò, 27 anni, di San Severo (Foggia), ha patteggiato davanti al giudice monocratico del tribunale di Chieti Valentina Ribaudo due anni di reclusione e 300 euro di multa. La giudice ha rigettato la richiesta di arresti domiciliari presentata dal difensore. Il giovane pugliese, dunque, resta in carcere a Vasto, dove era stato fermato un mese fa dalla polizia stradale. 

L'uomo doveva rispondere di furto aggravato: dopo aver forzato la chiusura lato guida e manomesso il nottolino per avviare il motore dell'auto, era riuscito a disattivare l'antifurto installando nel vano motore una centralina elettrica e un apparecchio Jammer a 6 canali per disattivere il sistema satellitare. Dopodiché si era messo alla giuda della Fiat 500 L diretto verso sud. Fortunatamente il proprietario della macchina si era accorto subito del furto e aveva lanciato l'allarme. Nel giro di 40 minuti, Calò, che tra l'altro era agli arresti domiciliari, era stato fermato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento