menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Comune di Chieti, i sindacati proclamano stato di agitazione: "Giù le mani dal salario"

A rischio, secondo le sigle sindacali, l’erogazione del salario accessorio per i dipendenti comunali

Le Segreterie della Cgil fp- Cisl fp- Uil fpl – csa hanno dichiarato lo stato di agitazione del personale dipendente del Comune di Chieti e hanno chiesto al Prefetto di Chieti l’attivazione del tavolo per l l'applicazione del nuovo contratto economico.

"Una protesta -fanno sapere i sindacati - che si è resa necessaria dopo che a maggio 2018 è stata firmata una pre intesa  la pre-intesa sul Contratto decentrato integrativo di Ente che però non è mai stato siglato definitivamente". Inoltre, le sigle sidacali accusano la Giunta di aver "adottato senza informazione preventiva e senza confronto con le rappresentanze sindacali, il nuovo regolamento sull’orario di lavoro e riorganizzato la macrostruttura dell’Ente".

Un comportamento che secondo i sindacati sono "in pieno dispregio di elementari regole di correttezza tra le parti, viola il sistema contrattuale vigente di corrette relazioni sindacali ed elude il confronto con i rappresentanti sindacali oltre che a mettere a rischio l’erogazione del salario accessorio per i dipendenti. Per questo la mobilitazione andrà avanti finché non saranno ripristinate corrette relazioni sindacali, sarà firmato il nuovo contratto decentrato, avviata e siglata la contrattazione economica per l’anno 2019".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento