menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al Comprensivo 3 lezione con i tablet: è la prima Smart classroom teatina

Gli alunni della ID, prima classe a tempo pieno delle medie, e quelli della scuola in ospedale nella Clinica pediatrica, avranno a disposizione un tablet ciascuno su cui fare lezioni, test, verifiche e condividere materiale. Tutto sotto il controllo dei docenti

Vanta già il primato di essere la prima classe di una scuola media a tempo pieno, 38 ore settimanali al posto delle classiche 30. E da oggi la ID della Antonelli di via Amiterno è anche la prima Smart classroom, letteralmente “classe intelligente”. I 27 alunni, insieme ai ragazzi della scuola in ospedale, grazie al progetto “Samsung smart future”, nato dalla multinazionale coreana e dal Cremit (Centro di ricerca sull’educazione ai media, all’informazione e alla tecnologia) dell’università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, lavoreranno in aula con un tablet per condividere il materiale, portare a termine test e verifiche, lavorare in gruppo.

Il Comprensivo 3, infatti, è l’unico a Chieti ad essere stato scelto da Samsung per ricevere circa 20mila euro di attrezzature tecnologiche che comprendono, oltre ai tablet per gli alunni, una e-board, server e stampante, oltre al tablet master per l’insegnante, che può così controllare il lavoro dei ragazzi e il loro strumento, con la possibilità di bloccarlo o spegnerlo in caso di necessità.

L’aula tecnologica è stata inaugurata ufficialmente questa mattina, con il taglio del nastro, dalla preside Paola Di Renzo, dal primario della Clinica pediatrica Francesco Chiarelli, e dal sindaco Umberto Di Primio.

I tablet servono non solo per migliorare le competenze digitali degli alunni e apprendere tramite metodologie diverse, senza mai dimenticare le classiche lezioni frontali, ma anche ad educarli alla navigazione sul web, evitandone rischi e pericoli. In più, gli alunni della scuola in ospedale, grazie ai tablet messi a disposizione dal progetto, possono restare in contatto, oltre che con le due docenti della scuola, anche con le insegnanti abituali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante inglese del Covid, boom di casi a Guardiagrele

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento