menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commissione Lavori pubblici, piano di evacuazione da aggiornare

Il presidente Vitale ha invitato i colleghi a impegnarsi in prima linea con un corso di protezione civile, a proprio carico, che preveda anche una prova finale sul campo. “Vorrei far rendere conto - spiega - che, in fase di emergenza acuta, la realtà è ben diversa da ciò che si vede in televisione o che si ascolta"

Piano di evacuazione da aggiornare, informazioni adeguate ai cittadini attraverso l’installazione di cartelli che segnalino, in caso di calamità come terremoti, dissesto idrogeologico o incendi, i punti raccolta nell’emergenza. Queste le urgenze emerse stamani (venerdì 9 settembre), nella seduta della commissione Lavori pubblici con delega alla Protezione Civile, presieduta dal consigliere di Forza Italia Emiliano Vitale. 

In commissione sono stati convocati anche il sindaco Umberto Di Primio, gli assessori Mario Colantonio e Raffaele Di Felice, il dirigente di settore Paolo Intorbida e i funzionari degli uffici che hanno il compito di redigere e aggiornare il piano di evacuazione cittadino. “Una proficua riunione di commissione - commenta Vitale - con uno spirito costruttivo da parte di tutti”. La commissione tornerà a riunirsi fra un mese, per verificare i progressi e se sia stato dato seguito a quanto convenuto stamattina. 

Ma oltre al lavoro istituzionale, il presidente Vitale ha invitato i colleghi a impegnarsi in prima linea con un corso di protezione civile, a proprio carico, che preveda anche una prova finale sul campo. “Vorrei far rendere conto - spiega - che, in fase di emergenza acuta, la realtà è ben diversa da ciò che si vede in televisione o che si ascolta”. Lo stesso consigliere è già impegnato in un corso base destinato agli amministratori locali, organizzato dalla Croce Rossa. 

Per lui, è importante che i consiglieri eletti siano formati ad affrontare le emergenze, in modo da poter fornire un aiuto concreto ai cittadini, indicando anche i comportamenti da tenere. “Il corso, seppur di base, darà nozioni importanti da riversare sul territorio fra la popolazioni  e soprattutto voglio far rendere conto a chi non ha mai vissuto questi scenari tragici che la diatriba politca, in questi casi, è fine a se stessa. Questo è un primo passo verso l'istituzione di un futuro sistema formativo e informativo volto a coinvolgere nei corsi tutta la cittadinanza che vorrà farlo e tutte le associazioni volontarie di Protezione Civile di ogni settore della città”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento