menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comitato per la Teatinità: "Siamo aperti a tutti, si lavora per unire le forze della città"

Le prime proposte al vaglio di uno dei prossimi consigli comunali per fare uscire la città dall'isolamento politico e istituzionale

Le prime proposte del neonato comitato per la teatinità verranno portate al più presto all'attenzione del consiglio comunale, probabilmente già al prossimo, mentre si lavora per unire le forze della città.

Ieri nel corso della prima riunione ufficiale dopo la costituzione del comitato, nato dall’unione dei Mai Domi e CasaPound Chieti, ha ribadito l'apertura alla collaborazione con tutti i concittadini, “al di là di ogni ideologia e appartenenza politica”, sottolineando che l’obiettivo è il bene di Chieti.

“Invitiamo tutti a fare proposte concrete per fare uscire la città dalla situazione di totale isolamento politico e istituzionale”. Il primo step per uscirne fuori, secondo il comitato, è modificare la segnaletica stradale e le denominazioni. Da qui le prime tre proposte da lanciare in Consiglio, presentate una settimana fa alla città: imporre alle aziende che operano in territorio comunale di adottare la giusta denominazione territoriale, impegnarsi con società autostrade a far adottare una corretta cartellonistica in corrispondenza dell'uscita A14 di Chieti, richiedere a nome dell'intera amministrazione comunale il ripristino della denominazione originaria dell'Università D'Annunzio.

Ci organizzeremo  - assicurano - per scendere in piazza, tra la gente, per conoscerci e per accogliere qualsiasi idea utile a raggiungere il nostro obiettivo: unire le forze di questa città e riportarla ad essere protagonista” .  Nel frattempo le proposte si raccolgono anche sulla pagina Facebook Comitato per la Teatinita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento