Cronaca

Il Comitato Cittadino: 8050 firme per rilanciare la cultura, martedì assemblea pubblica

Il punto della situazione su trasferimento della biblioteca provinciale, lavori alla vecchia sede della De Meis e alla delegazione comunale allo Scalo. Martedì 29 luglio incontro pubblico sul tema "La Caserma Bucciante da ex Ospedale Militare a fabbrica della Cultura"

Soddisfazione per i risultati ottenuti e l’invito ad andare avanti con decisione sino alla piena concretizzazione dei progetti in itinere: questi, in sintesi, i risultati dell’ultima assemblea del Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti, riunita presso la sede di Camminando Insieme, una delle 76 tra associazioni, club service e organizzazioni di categoria che hanno aderito al Comitato stesso. Il Comitato è sorto lo scorso febbraio col preciso compito di favorire il trasferimento della Biblioteca De Meis presso l’ex ospedale militare, ottenere la riattivazione della biblioteca comunale a Chieti Scalo e sollecitare una riqualificazione estetico-urbanistica per la sede storica della De Meis in piazza Templi romani, abbandonata a se stessa dopo il crollo del 2005.


Riguardo alla sistemazione della sede crollata della De Meis in piazza Templi romani, all’assemblea è intervenuto il funzionario della Provincia, l’architetto Francesco Faraone, che ha spiegato come l’appalto delle opere sia ormai prossimo. “In sintesi –ha spiegato il coordinatore Giampiero Perrotti - è prevista la messa in sicurezza dell’area e la realizzazione di uno spazio scoperto a disposizione della città e da destinare a iniziative culturali”. Conclusi gli adempimenti burocratici, i lavori potranno essere affidati appena dopo l’estate e conclusi per la primavera del 2015. Il Comitato ha fatto sapere di essere pronto a continuare la sua opera di vigilanza e sollecitazione.

Sulla Biblioteca comunale allo Scalo ci si avvia una soluzione che prevede la collocazione dei libri in un seminterrato nella Delegazione comunale di Piazza Carafa con spazi per la lettura “se non ampi certo funzionali, nell’ultimo piano della struttura, là dove è inoltre previsto un piccolo auditorium che sarà prezioso per favorire le attività culturali anche delle associazioni. Una soluzione, non ottimale ma comunque utile alla riapertura – sostiene il Comitato - sarebbe prossima l’inaugurazione della sede in piazza Carafa”.

Per il trasferimento della sede della Biblioteca De Meis, principale obiettivo della battaglia civile, il Comitato, grazie alle 8.050 firme raccolte,  ha avuto un fondamentale peso propositivo e di sollecitazione tant’è che il coordinatore Perrotti è stato chiamato a far parte del tavolo tecnico istituito presso la Prefettura per il riutilizzo della Caserme cittadine dimesse. Particolare soddisfazione è stata espressa dagli intervenuti all’assemblea per la decisione di fare della Caserma Bucciante la “Cittadella della Cultura”, un polo interamente ed esclusivamente dedicato al sapere. Qui, unitamente alla Biblioteca, troveranno posto anche l’Archivio di Stato un Museo della Storia della Scienza e della Tecnica, una Pinacoteca, corsi universitari.

Per domani sera (martedì 29 luglio) alle ore 18.30, in piazza G.B. Vico, il sindaco ha convocato un incontro pubblico sul tema "La Caserma Bucciante da ex Ospedale Militare a fabbrica della Cultura”. Saranno presenti il coordinatore del Comitato cittadino Giampiero Perrotti, il presidente dell’associazione Ideali, Igor Di Giovanni e Carlo Pozzi, direttore del Dipartimento di Architettura dell’Università d’Annunzio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comitato Cittadino: 8050 firme per rilanciare la cultura, martedì assemblea pubblica

ChietiToday è in caricamento