Cronaca

Il colonnello Di Biase da Quadri al comando del contingente italiano dell'Esercito in Iraq

Dopo aver maturato una vasta esperienza internazionale, è stato in servizio anche a Chieti, fino al 2017, quando ha comandato il Centro Documentale

Un abruzzese ha preso il comando del contingente italiano in Iraq: è il colonnello Domenico Nicola Di Biase, originario di Quadri. 

Ieri pomeriggio, a Camp Singara, la base italiana di Erbil nella regione autonoma del Kurdistan iracheno, c'è stata la cerimonia di cambio del comandante dell'Italian National Contingent Command Land. Per quasi un anno, alla guida del contingente italiano c'è stato il generale di brigata Francesco Principe, che ieri ha ceduto il comando al colonnello Di BIase.

L'ufficiale abruzzese ha maturato in oltre trent’anni di carriera nell’Esercito una vastissima esperienza internazionale: ha preso parte infatti alle missioni oltre che in Olanda e in Iraq anche in Eritrea, in Spagna, In Portogallo, Pakistan, Afghanistan, Libano, Kosovo, Macedonia del Nord e Gibuti.

In Italia ha prestato servizio in Friuli, a Roma e anche nell’amata provincia di Chieti, dove nel 2006 è stato comandante di battaglione e Reggimento presso il 123° Reggimento Chieti, nella caserma Berardi.

Ha fatto ritorno in Abruzzo anche dal 2015 al 2017, quando ha comandato il Centro Documentale di Chieti, venendo nominato coordinatore degli assetti interforze e di protezione civile durante le operazioni di soccorso sul luogo del disastro di Rigopiano. Dal 2017 al 2020  è stato Executive Assistant nello staff del comandante presso l'Allied Joint Force Command (JFC) in Brunssum (Paesi Bassi).

L'evento di ieri, tenutosi in forma ridotta nel rispetto delle vigenti direttive anti Covid-19, è stato preceduto dalla resa degli onori ai caduti al monumento presente accanto la Bandiera italiana sul piazzale principale della base, dove il vomandante cedente ha voluto ringraziare, nel suo indirizzo di saluto, tutto il personale per l'ultima volta schierato davanti a lui: "I mesi trascorsi insieme qui in Iraq - ha detto - sono stati intensi ed impegnativi, abbiamo rappresentato l'Italia in maniera impeccabile! Grazie al vostro impegno ed alla professionalità che mi avete dimostrato in ogni frangente! Grazie a voi ed alle vostre famiglie". Il 'passaggio' della Bandiera del Contingente ha sancito idealmente il trasferimento di responsabilità tra i due ufficiali. Il generale Principe al suo rientro in Patria assumerà l'incarico di comandante dell' Artiglieria.

L'Italia, con Prima Parthica, è tra i principali contributori della coalizione globale contro il Daesh, sostenendo attivamente i suoi sforzi in tutte le linee di azione. In questa fase l'impegno è teso ad assicurare le condizioni ottimali per la prosecuzione del processo di stabilizzazione dell'Iraq e supportare le forze di sicurezza del paese per renderle in grado di contenere l' Isis e di prevenirne la ricosituzione.

Nel suo costante sforzo nella lotta al terrorismo, l'Italia ha sviluppato una strategia multidimensionale, che integra l'impegno nazionale e internazionale al fine di massimizzarne l'efficacia e la coerenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il colonnello Di Biase da Quadri al comando del contingente italiano dell'Esercito in Iraq

ChietiToday è in caricamento