Code interminabili al Distretto Sanitario di Base: L'Altra Chieti scrive alla Asl

Lettera ai vertici della Asl Lanciano Vasto Chieti per denunciare le condizioni dei pazienti costretti in fila all'ex SS. Annunziata dalle 6 del mattino. Si chiedono soluzioni urgenti come l'apertura di altri sportelli e la necessità di dotare l'ex ospedale di un servizio di accesso on-line

Raimondi

Code estenuanti al Distretto Sanitario di Base di Via Tiro a Segno a Chieti. Dopo Giustizia Sociale anche L’Altra Chieti interviene sul problema con una lettera inviata al Direttore generale Zavattaro e al Direttore sanitario Flacco per chiedere interventi risolutivi.

Da tempo infatti gli utenti sono costretti a lunghe attese per il rinnovo dell'esenzione ticket o l'assegnazione del medico di base. “Non è possibile costringere cittadine/i anziani e/o disabili a fare la fila dalle 6 del mattino per riuscire a prendere un numero per accedere allo sportello e nel caso di particolari disabilità non riuscire neanche a prenderlo. Ci sono casi segnalati di persone disabili che per svariati giorni hanno provato, senza riuscirvi, ad accedere al famigerato numeretto” denuncia il coordinamento cittadino de L’Altra Chieti nella lettera indirizzata i vertici.

Necessario da parte della Asl un intervento per porre rimedio a una situazione inconcepibile per un paese civile. L’Altra Chieti suggerisce in proposito l’apertura di altri sportelli e la necessità di dotare l’ex ospedale di un servizio di accesso on-line. “Non pensiamo sia impossibile organizzare l’apertura di altri sportelli qualora vi sia una affluenza tale da rendere irrispettosa della dignità umana l’attesa e la conquista di un numero che da diritto all’accesso allo sportello – si legge ancora nella lettera - così come pensiamo sia, a dir poco,  anacronistico che la Asl non si sia ancora dotata di un servizio di accesso on-line per la richiesta di prestazioni semplici quale, ad esempio, l’esenzione del ticket o altro che sicuramente gioverebbe in termini di tempi, attese, disagi per chi è in particolari situazioni, difficoltà a trovare parcheggi, riduzione del traffico, ecc. Chiediamo, pertanto, un intervento immediato per porre fine a questo disservizio e ristabilire un minimo di decenza, rispetto della dignità degli utenti e alla funzionalità di questo servizio rivolto particolarmente alle fasce più svantaggiate della popolazione.

E’ un vostro dovere – concludono- ed è un diritto della ciottadinanza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita nel giorno del suo compleanno: tragedia al Tricalle

  • Nuovo caso positivo al Covid 19: è un paziente in ospedale a Chieti, domiciliato a San Salvo

  • Bimbo di 3 anni investito mentre attraversa la strada con la mamma: panico a Chieti Scalo

  • È morto l'assessore Antonio Viola

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Lite tra condomini a Chieti finisce a colpi di forbici: denunciati in due

Torna su
ChietiToday è in caricamento