Cronaca Chieti Scalo

Cocaina nei locali dello Scalo: condannati in tre

Accusati in concorso in detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti titolare e due dipendenti

Si è concluso con tre condanne il processo con rito abbreviato davanti al gup del tribunale di Chieti Luca De Ninis a carico dei fratelli Andrea e Simone Di Muzio e di Michele Montuori, i tre ragazzi di Chieti arrestati lo scorso maggio dalla Squadra Mobile della Questura di Chieti con l'accusa di concorso in detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Il primo è stato condannato a cinque anni e sei mesi di reclusione, il secondo a cinque anni e quattro mesi, mentre Montuori a quattro anni e quattro mesi. 

Gli arresti scaturirono dopo una settimana di appostamenti degli agenti che avevano scoperto un giro di droga in due locali dello Scalo, il The Wanted pub e il Bulldozer steak house di cui Simone Di Muzio era titolare, uno dei quali sarebbe stato utilizzato anche come deposito della sostanza stupefacente da vendere. I locali erano stati sottoposti a sequestro preventivo per un periodo.

Nel corso dell'operazione gli agenti recuperarono circa 224 grammi di cocaina che, immessi sul mercato, avrebbero fruttato oltre 50mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina nei locali dello Scalo: condannati in tre

ChietiToday è in caricamento