Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Lanciano

Cittadino multato al funerale del padre, il sindaco chiarisce: "Colpa dell'impresa funebre"

Stando a quanto spiega Pupillo, l'impresa avrebbe dovuto inviare una mail per comunicare le targhe dei mezzi autorizzati al transito nella Ztl. Ma non lo ha fatto

Ci sarebbe una mancanza dell'impresa funebre, dietro la sanzione pecuniaria ricevuta dal cittadino tornato a Lanciano per il funerale del padre. Il caso, emerso ieri, ha fatto discutere ben oltre i confini lancianesi e regionali. Ma oggi il sindaco Mario Pupillo chiarisce come stanno le cose: "L’agenzia funebre incaricata del servizio non ha comunicato all’ufficio Ztl le targhe dei mezzi, come invece fanno quotidianamente e gratuitamente la stragrande maggioranza delle imprese funebri che lavorano nel centro storico di Lanciano". 

"Il transito e la sosta nella Ztl di Lanciano da parte dei mezzi funebri e delle auto al seguito del corteo funebre - precisa - sono consentiti, a condizione che la comunicazione delle targhe venga inviata entro le 72 ore successive, come prevede il Regolamento Ztl all'articolo 19 lettera A. La comunicazione delle targhe in transito non autorizzato nella Ztl per motivi relativi alle celebrazioni dei funerali è a carico dell’impresa funebre, che invia all’ufficio Ztl via mail le targhe del carro funebre e di quattro auto dei congiunti. Questa è la normalità, come potrà confermare lo stesso cittadino che ha sollevato la questione e che in occasione di un funerale di altro congiunto nella Cattedrale della Madonna del Ponte tenutosi il 23 marzo scorso, ha comunicato personalmente le targhe all’ufficio Ztl, otto giorni dopo la data del funerale. La comunicazione è stata presa comunque in carico e inserita nel sistema dal gestore al fine di non procedere alla sanzione dei mezzi non autorizzati al transito".

Per poter ottenere l'autorizzazione al passaggio nelle zone a traffico limitato, che è gratuito, si può inviare una mail all'indirizzo ztl@lanciano.eu. Procedura che, stando a quanto dice Pupillo, non è stata seguita nel caso in questione.

Il lettore: "Tutela dei cittadini o modo cinico di far cassa?"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadino multato al funerale del padre, il sindaco chiarisce: "Colpa dell'impresa funebre"

ChietiToday è in caricamento