menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
la cisterna (foto Antonio Di Giovanni)

la cisterna (foto Antonio Di Giovanni)

Lo Speleo Club rileva una cisterna nel cortile del liceo Classico

Gli speleologi ora vogliono mettere in sicurezza la cisterna e restituirla alla città. Sono in corso studi per attestare la datazione della conserva idrica: l'istituto sorge a fianco della Chiesa di San Domenico, edificata nella seconda metà del '600

Una cisterna venuta recentemente alla luce nel cortile del Liceo Gian Battista Vico è stata visitata e rilevata nei giorni scorsi dallo Speleo Club Chieti.

Gli speleologi, dopo uno stretto e ripido scivolo, sono pervenuti nella cisterna in laterizio lunga 12 metri e larga circa 4,80 con la volta a botte e una profondità attuale dell’acqua di oltre 1 metro. La professoressa Marida De Menna, archeologa del sodalizio, proporrà alla Soprintendenza archeologica e alla dirigente scolastica lo svuotamento della cisterna per accertare l’eventuale presenza di cunicoli che possano ricollegarsi alla rete idrica dell’epoca. 

Un’operazione che, grazie alle professionalità tecniche/scientifiche dei soci dello Speleo e alle attrezzature a disposizione, il club potrebbe condurre a costo zero al fine di recuperare l‘antica cisterna.

L’idea è di procedere con con un apposito progetto finanziato dal Comune o dalla Regione Abruzzo, poiché il Vico non ha le risorse finanziarie da destinare alla messa in sicurezza della costruzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento