menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I fiadoni

I fiadoni

Cinque piatti tipici della provincia di Chieti

Il tour gastronomico parte da Chieti per i maccheroni alla chitarra e i fiadoni, per proseguire verso Lanciano, dove si può assaporare il rintrocilo al sugo, fino a Vasto per il suo tipico brodetto di pesce. E come contorno, le rape strascinate della tradizione

Quanto a cucina, il territorio della provincia di Chieti non ha nulla da invidiare al resto della regione o del Paese. Ogni centro del chietino può offrire esperienze culinarie diverse, tipiche e gustose. Ecco allora una proposta di 5 piatti che è impossibile non assaggiare dopo una vacanza da queste parti.

Sempreverde della cucina chietina e abruzzese in generale sono i maccheroni alla chitarra, varietà di pasta all’uovo larghi e spessi circa 3 millimetri, che assumono la forma di spaghettoni squadrati. Prendono il nome dall’attrezzo usato per prepararli, la chitarra appunto. Generalmente vengono conditi con ragù misto di carne di manzo, maiale o agnello.

Tipico della città di Lanciano e dei paesi limitrofi è il rintrocilo, pasta all’uovo che, secondo la tradizione, deve essere un unico spaghetto lunghissimo, steso a mano senza aiutarsi con nessun arnese. Proibiti quindi, dalla tradizione, la chitarra o il matterello. Più spesso del maccherone alla chitarra – il diametro può arrivare fino a 5 millimetri, viene condito con il sugo di pecora o il ragù di castrato. Nasce come primo piatto natalizio, ma oggi viene preparato tutto l’anno.

Come contorno, non propriamente fresco e leggero, la cucina della tradizione propone le cosiddette “rape strascinate”, ossia rape prima ammollate in acqua fredda, poi bollite con l’aglio rosolato e ripassate in padella con olio e peperoncino a volontà.

Tipico di Vasto e dei comuni costieri è il brodetto alla vastese, che si differenzia per piccoli particolari dalle altre varietà dell’Adriatico. Viene cucinato con pesci piccoli, messi nel tegame in momenti diversi a seconda dell’ordine di cottura, conditi con pomodori e peperoni. Oggi, i più fedeli alla tradizione usano condire la pasta con il sugo che avanza dopo aver mangiato tutto il pesce.

Non sono propriamente un piatto, ma i fiadoni sono una delle ricette più annotate e preparate dalle famiglie della provincia di Chieti. Si tratta di rustici a forma di ravioli preparati con un impasto di uova, olio, vino bianco e farina, con un ripieno a base di vari formaggi, principalmente quelli a pasta dura come rigatino e pecorino, uova e spezie diverse. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento