menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
il cinghiale nel giardino di un'abitazione a San Giovanni Teatino

il cinghiale nel giardino di un'abitazione a San Giovanni Teatino

Cinghiali vicino al casello della A14: a Dragonara esemplare entra in giardino e costringe una famiglia a fuggire

Ha aggredito un cane. Numerosi gli avvistamenti, la polizia provinciale di Chieti ha effettuato un sopralluogo. Di Clemente: "Non sparate in aria o ai cinghiali"

Emergenza cinghiali a San Giovanni Teatino. Nei giorni scorsi sono stati numerosi gli avvistamenti di esemplari, anche di grosse dimensioni, in particolare in via Montegrappa e in zona Dragonara, non distante dal casello autostradale della A14. 

Qui un cittadino, Franco De Melis, si è trovato un cinghiale in giardino (foto allegata) che ha costretto la famiglia a fuggire in casa e ha aggredito e ferito il cane.

In seguito alle segnalazioni il sindaco Luciano Marinucci si è attivato con la polizia provinciale di Chieti per fronteggiare il problema ed evitare rischi alla viabilità e pericoli all'incolumità pubblica. Ieri pomeriggio il comandante della polizia provinciale Antonio Miri ha delegato l'ispettore Fabrizio Di Campli ad effettuare un sopralluogo nelle zone degli avvistamenti.

"San Giovanni Teatino si trova in 'zona non vocata' nell'ATC (Ambito Territoriale di Caccia) Chietino - ha spiegato quest'ultimo al vicesindaco Di Clemente - Pertanto non vi operano squadre per l'abbattimento selettivo. Cacciatori autorizzati, perchè hanno seguito corsi, e gli stessi poliziotti provinciali possono però provvedere agli abbattimenti. La Giunta regionale, alcuni giorni fa,  ha approvato il Piano di controllo del cinghiale che consente l’abbattimento della specie per l’intero anno, anche negli Istituti di tutela e nei periodi di caccia chiusa. Il piano è stato pensato espressamente per il controllo delle popolazioni di cinghiale ed il contenimento degli impatti che la specie provoca all’agroecosistema. Inoltre il 9 febbraio, con determina DPD 023/14 del 09 febbraio 2017, il Dipartimento dello Sviluppo rurale ha autorizzato la caccia di selezione al cinghiale in Abruzzo fino al mese di giugno 2017, a seguito del parere favorevole espresso dall'ISPRA sui Piani di abbattimento predisposti dagli ATC".

Nei prossimi giorni quindi, sarà possibile, a cacciatori autorizzati, di intervenire per l'abbattimento di cinghiali. "Dallo scorso hanno gli avvistamenti di cinghiali, sul territorio comunale non sono più sporadici - ha commentato il vicesindaco Giorgio Di Clemente -Non solo danni agli agricoltori. In alcuni casi, purtroppo, ci sono stati episodi sgradevoli se non pericolosi per l'incolumità delle persone e degli animali d'affezione. Era necessario trovare una soluzione che, grazie alla disponibilità del comandante Miri e dell'ispettore Di Campli, sembra sia stato trovata e sarà messa in pratica già nei prossimi giorni. Invito i cittadini a segnalare, ma assolutamente a non prendere iniziative. Sparare in aria o ai cinghiali potrebbe essere molto pericoloso e tra l'altro illegale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento